CHIEDA SCUSA IMMEDIATAMENTE E TORNI A SVOLGERE IL RUOLO PER CUI È STATA ELETTA, ANCHE CON IL VOTO DI QUEI COLLEGHI! Lettera aperta alla sen. G. Lupo del M5S.


Nel teatro dell’assurdo della vicenda AZ, la Sen. Giulia Lupo, solita a dire tutto ed il contrario di tutto nei suoi proverbiali e criptici post, ha superato il limite della decenza.
Nell’elencare i problemi che esistono in Alitalia definisce “zavorre” i “numeri di personale nelle cosiddette palazzine, elevati rispetto al numero di aerei e servizi, anche i cosiddetti quadri”.
Sarebbe urgente ed opportuno che la Sen. G. Lupo, nel rettificare le infondate affermazioni da Lei scritte, chiedesse immediatamente scusa ai lavoratori di quei settori in cui abbondano le consulenze, ai quadri (...che non sono i dirigenti!) e alla categoria tutta, da sempre sotto attacco nonostante il “piombo nelle ali di Alitalia” sia ben altro, come Lei stessa sosteneva da
sindacalista e prima delle elezioni.
Sarebbe altresì opportuno che, onde continuare ad accumulare errori nella gestione di tale delicata vicenda, la Sen. G. Lupo restasse ben concentrata sul dossier AZ, che segue da tempo, per evitare che questa vicenda si trasformi da commedia in tragedia.
Per quanto riguarda le altre questioni sollevate nel post, sarebbe utile sapere, dalla Sen. G. Lupo, chi sarebbe dovuto intervenire se non i Commissari AZ, che proprio Lei ha contribuito a voler lasciare al loro posto, nonostante i risultati del “grande lavoro svolto” rivelassero una realtà ben diversa!
D’altra parte i costi eccessivi del leasing dell’aeromobile, del prezzo del carburante, dell’intermediazione di vendita dei biglietti, nonchè la svendita degli slot di Heathrow, la ridefinizione delle alleanze commerciali, la chiusura di voli profittevoli e l’apertura di quelli in perdita e l’eccessiva spesa per i permessi sindacali (...a proposito Cub-trasporti ed ACC non ne fruiscono e, a tal proposito, hanno presentato l’esposto alla Corte dei Conti!) sono i veri problemi che hanno zavorrato la Compagnia di Bandiera italiana: nessuno di essi è imputabile ai lavoratori siano essi in palazzine o altrove.
Resta incomprensibile, invece, la tirata che fa la Sen. G. Lupo sul Piano AZ e sugli esuberi in esso contenuti, quasi a lasciar intendere che non ne sapesse nulla, salvo poi dire che quanto pubblicato dai giornali è una versione “base”, ovvero senza gli optional che saranno inseriti dal quarto o quinto socio: una indiretta ammissione che il Piano AZ sui giornali è assolutamente reale e che gli esuberi esistono, diversamente da quanto è stato da sempre affermato.
Le notizie sul Piano AZ non sono una polpetta avvelenata ma vero e proprio materiale tossico per l’intera categoria che non può accettare ridimensionamento, esuberi, tagli e peggioramenti normativi: queste dovrebbero essere le garanzie per cui si dovrebbe battere la Sen. G. Lupo se volesse mantenere fede ai suoi impegni e quelli assunti dal M5S prima e dopo le elezioni di marzo del 2018
Tutto il resto è ciarpame, utile a dividere i lavoratori e a minarne la compattezza che, invece, la Sen. G. Lupo dovrebbe favorire per aver più forza nel tentare di arginare ciò che FS e Delta cercano di far digerire ai lavoratori e ad imporre ad un Ministro che aveva dichiarato di voler raggiungere ben altri obiettivi.

Roma 14 Luglio 2019
CUB TRASPORTI - AIRCREWCOMMITTEE

      Alitalia-Lettera-aperta-alla-Sen-Giulia-Lupo.pdf

 

FaceBook