Dopo la missiva da parte del Ministero dei Trasporti che ha invitato i ferrovieri  a desistere dallo sciopero nazionale indetto per il 23 e 24 ottobre, per l’ennesima volta il Prefetto di Milano, Paolo Tronca, ha precettato i lavoratori di ATM che intendevano aderire allo sciopero di 24 ore, proclamato da CUB Trasporti per giovedì 29 ottobre.


L’ordinanza di precettazione è scattata perché il Prefetto ha ritenuto opportuno evitare disagi al trasporto pubblico milanese in periodo di EXPO.
Per la quinta volta consecutiva, quindi, un’azione coercitiva che cancella un diritto costituito come quello dello sciopero, conquista di civiltà e patrimonio di tutti i lavoratori.
L’agitazione era stata promossa per rilanciare la lotta contro lo sfruttamento e la speculazione del comparto ATM e per “mettere al palo” un sistema che pone in secondo piano efficienza e sicurezza.
Era un’occasione per ribadire che CUB Trasporti non è più disposta ad accettare che i numerosi problemi dei tranvieri milanesi continuino ad essere ignorati.
Queste le criticità che CUB Trasporti intende rappresentare con ancor più determinazione:
•    riposi compensativi
•    esigibilità delle ferie
•    regolamentazione degli straordinari
•    regole sugli orari di lavoro che garantiscano salute e sicurezza
•    riduzione dei permessi sindacali
•    assunzioni
ai quali si aggiunge il mancato rinnovo del Contratto Nazionale scaduto il 31/12/2007.

Tutte legittime aspettative di molti lavoratori, oltretutto spiazzati dalle aggressioni ai diritti delle libertà costituite.

La CUB Trasporti sottolinea, ancora una volta,  che ha sempre garantito volontà di mediazione con ATM e con le istituzioni e che non si è mai sottratta a proposte di conciliazione al fine  di  tracciare  un percorso  comune  e di  individuare soluzioni nell’interesse dei lavoratori e degli utenti.
Ma attende ancora invano la convocazione per l’apertura di un vero tavolo di confronto.

EXPO sta per finire e a breve proclameremo un altro sciopero: che scusa troveranno per vietarne l’adesione ai Tranvieri.

Milano, 27 ottobre 2015

 


Info:  Claudio Signore  CUB Trasporti  - 347 91 28 012


Confederazione Unitaria di Base
Milano: V.le Lombardia 20 - tel. 02/70631804 fax 02/70602409
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.cub.it






FaceBook