- La CUB Trasporti, fermamente convinta della legittimità della lotta dei tranvieri milanesi privati di fatto del diritto di decidere il merito agli accordi che li riguardano, oltre che del diritto di sciopero, visto lo stallo delle trattative a seguito dell’ennesimo no di ATM  nel corso dell’incontro dell’8 giugno scorso, ha accolto l’invito del Prefetto a rinviare lo sciopero, ma sull’intera rete, indetto per il 24 giugno.


Una decisione assunta per verificare se anche ATM sarà disponibile ad aprire, a breve, una nuova fase e condividere un nuovo percorso perché è ineludibile la necessità di aprire un tavolo negoziale che affronti i numerosi problemi dei tranvieri milanesi: riposi compensativi, ferie, straordinari, assunzioni, riduzione dei permessi sindacali, salute e sicurezza.

La CUB Trasporti sottolinea che, dal canto suo, ha già ampiamente dimostrato aperture e non si è mai sottratta a  tentativi di  mediazione e  a proposte di conciliazione e ora auspica che anche le istituzioni e l’azienda dimostrino coraggio e lungimiranza, nell’interesse dei lavoratori e degli utenti, e si rendano disponibili ad individuare proposte e a  tracciare un percorso comune per iniziare a dirimere la complessa vertenza.

Un’eventuale ennesima chiusura da parte di ATM costringerà questa organizzazione sindacale e i lavoratori a dare risposte di lotta ancora più incisive e su tutti i piani d’intervento.

Da subito CUB Trasporti  conferma:

P R E S I D I O

Il 2 luglio dalle ore 16.00 alle 18.00

Davanti Palazzo Marino

Durante il Consiglio Comunale

Per il diritto a scioperare e a farsi rappresentare da un sindacato che porti avanti le istanze dei lavoratori non dell’azienda

Milano, 22 giugno 2015

Info: Claudio Signore 347 9128012

--
Paola Cavaleri - Responsabile Comunicazione Confederazione Unitaria di Base
v.le Lombardia, 20 - 20131 Milano
fisso: 02/70631804 - fax: 02/70602409
mobile: 392 1379691
e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

FaceBook