PER DENUNCIARE IL COMPORTAMENTO DI TIM CHE METTE A RISCHIO LA SALUTE DEI TECNICI SPEDITI A LAVORARE NELLE CASE PER SEMPRE PIU TEMPO IN EMERGENZA VIRUS !

La FLMU-CUB dopo numerosi comunicati e lettere a Gubitosi, a Conte, alla Protezione Civile e alle Prefetture di tutt’Italia ha deciso di effettuare un’altra azione a tutela della salute dei lavoratori tecnici che continua ad essere messa a rischio stante il perdurare dello stato di emergenza Covid-19 e le recenti disposizioni operative di TIM che allungano i tempi di permanenza presso i domicili utente.
La FLMU-CUB ha fatto una serie di esposti alle Procure della Repubblica segnalando:
- la mancanza di sanificazione dei locali aziendali, procedure di sicurezza (regolamenti) insufficienti e inadeguate con previsioni di DPI non ottimali e non corrispondenti con quelli tecnicamente adottabili per ridurre al massimo i rischi sanitari derivanti dalla diffusione del VIRUS COVID-19,
- il mancato aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) rispetto ai rischi sanitari derivanti dalla diffusione del VIRUS COVID-19, le disposizioni operative riguardanti le attività tecniche che prevedono un allungamento dei periodi di presenza del lavoratore presso il domicilio dell’utenza ingiustificato come i collaudi fonia in/out e test Ookla, e la certificazione del “super wi-fi”;
- invece di organizzare le attività in modo più semplice e sicuro disponendo al termine dell’installazione di prodotti/apparati l’inserimento del completamento dell’attività sulle piattaforme digitali delle procedure operative, senza effettuare collaudi o certificazioni in sede, riducendo così al minimo la presenza del lavoratore in luoghi
chiusi quali i domicili.
Non ci illudiamo sappiamo bene che sarà molto difficile l’apertura di un’inchiesta su questi temi da parte della Magistratura, anche per il potere di TIM, ma crediamo che fosse doveroso farlo come sindacato che organizza e cerca di difendere al meglio gli interessi degli iscritti e dei lavoratori tutti.
DOVEVAMO FARLO !….. LO ABBIAMO FATTO !!…… PERCHE’ I LAVORATORI NON SONO CARNE DA MACELLO !!
Ricordiamo ai lavoratori che possono comunque interrompere le attività a domicilio per situazione a rischio:
“..nel caso in cui prima o durante l’intervento/attività si ravvisassero condizioni di contesto od operative critiche - preesistenti o sopraggiunte - dal punto di vista della salute e della sicurezza, l’intervento/attività non potrà essere eseguito/completato.”
settembre 2020
FLMU-CUB TIM

Federazione Lavoratori Metalmeccanici Uniti - Confederazione Unitaria di Base
Firenze, V. Guelfa 148R tel./fax 055/3200938 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. su Facebook : CUB TELECOM

      TIM-Covid-interventi-a-casa-Esposto-Procura-sett2020.pdf

FaceBook