Il Coronavirus non ferma il cinismo dei padroni.
Il nemico di classe chiede ai lavoratori di sacrificarsi in nome dell’Economia e del Mercato.
Dalle lussuose dimore, ben protetti dal contagio, i padroni, attraverso le associazioni di categoria fanno pressione per riaprire le fabbriche.
Le burocrazie sindacali li sostengono.
Il governo attraverso i prefetti ha già concesso ad una grande platea di settori aziendali di proseguire la propria attività, proprio nelle zone più contagiate ( Lombardia, Veneto e Piemonte ).
Migliaia di aziende hanno chiesto e in molti casi ottenuto, l’autorizzazione ad andare avanti con la produzione.
- Non si contano più i casi di lavoratori e lavoratrici ( di tutti i settori ) morti o agonizzanti nelle terapie intensive.
- Il contagio per Covid-19, si diffonde nelle fabbriche e in ogni luogo di lavoro.
- la Confindustria adopera il ricatto per convincere i lavoratori a riprendere la produzione : “SE VUOI MANGIARE DEVI LAVORARE”.
- Landini va in soccorso:”Non si possono chiudere le fabbriche, altrimenti gli operai restano senza stipendio”
Lo sciopero continua: la FLMUniti-CUB ha già indetto lo sciopero nazionale di tutti i metalmeccanici, ad eccezione dei servizi essenziali.
Dal 4 Aprile 2020 dalle ore 06.00 per tutti i turni di lavoro ( compreso giornata ) fino all’ultimo turno montante del 14 Aprile 2020.
Lo sciopero si rende necessario per la copertura di tutti i lavoratori che intendono astenersi dal lavoro per i tempi e i giorni che ritengono opportuni.
Varese 7.04.2020

FEDERAZIONE METALMECCANINI UNITI
Aderente alla Confederazione Unitaria di Base
Milano - V.le Lombardia, 20- Tel. 02/70631804 Fax 02/70602409
www.cub.it e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

       flmuniti-Costretti-a-lavorare-Lo-sciopero-continua.pdf
FaceBook