Circolano voci sulla mancanza di tutela per i lavoratori ILVA che non accettano la proposta MITTAL.
Il pessimo accordo ILVA del 6.09.2018 firmato ad occhi chiusi da Fim-Fiom Uilm e USB ha sancito un grande fallimento dell’azione sindacale perchè non ha saputo coniugare in termini accettabili il diritto al lavoro con il diritto alla salute dei lavoratori e la tutela dell'ambiente.

 

Ora salta anche fuori che quanto prospettato ai lavoratori non è poi tutto così certo.

Pare, infatti, che gli stessi firmatari scoprano oggi, che i lavoratori sono costretti ad accettare le condizioni dettate da Mittal pena la perdita degli ammortizzatori sociali e quindi, di fatto, l’espulsione dall’ILVA (l’incentivo era previsto solo per chi volontariamente intendeva lasciare il rapporto di lavoro).


E’ così? Meglio saperlo presto anche se lascia senza commenti il fatto che i lavoratori debbano ora anche soltanto temere che le loro possibilità di scelta possano essere ancora peggiori di quanto a loro prospettato nelle frettolose e poco trasparenti assemblee in cui Fim-Fiom-Uilm e USB hanno spiegato l’accordo, assicurando che nessuno sarebbe rimasto indietro.


E' dunque necessario che si rifacciano le assemblee e si spieghi ai lavoratori la fondatezza di voci che preoccupano legittimamente gli operai.


La FLMUniti ribadisce la contrarietà all’accordo per non avere previsto una completa tutela occupazionale di tutti i lavoratori con il mantenimento dei loro diritti acquisiti e una reale tutela della salute e della sicurezza del posto di lavoro e dell'ambiente, ma non manca di sottolineare come sarebbe iniquo da parte di INPS negare il mantenimento in cigs di una lavoratore che rifiuti la proposta di Mittal quando quel diniego comunque consente che una altro lavoratore esca dalla Cassa integrazione per essere assunto, al suo posto, da quella stessa società.


Il costo per l'Inps sarebbe sempre il medesimo.

3 Ottobre 2018

Federazione lavoratori Metalmeccanici Uniti
Confederazione Unitaria di Base
Taranto
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Facebook: FLMUniti-Cub Taranto

 

Scarica il volantino in pdf 

FaceBook