Martedì 29 aprile alle 16:00 in piazza XXV Aprile, di fronte a Eataly, si svolger il secondo appuntamento con la campagna organizzata da CUB – Confederazione di Base, che porter alla MayDay il 1° Maggio 2014: SQUEEZE2015.

 

 

 


Un banchetto da fruttivendolo che offrir ai passanti succo di precarie e precari ottenuto da arance nere, ad indicare i contratti illegali "in nero" (con cui vengono sfruttati soprattutto i lavoratori migranti, come ad esempio i raccoglitori di arance di Rosarno), ed arance bianche, cio tutti quei contratti precari che sfruttano i lavoratori di scuola, sanit, trasporti, informazione, ..., schiacciando le condizioni contrattuali di tutti su quelle sperimentate con lo sfruttamento illegale del lavoro dei migranti.


Dalla perdita dei diritti al crollo della retribuzione, lo sfruttamento dei migranti ha aperto infatti la strada allo sfruttamento di tutti: lo dimostra anche EXPO 2015, che accanto alle migliaia di volontari che verranno reclutati a titolo gratuito in scuole e universit, sigla con la firma di CGIL e CISL un nuovo contratto precario dedicato agli addetti alla sicurezza, ma di cui non ci libereremo una volta finito il "grande evento", e che prevede una retribuzione oraria di 3,50 euro, proprio come un raccoglitore di arance a Rosarno.


Precarie e precari migranti e nativi saranno per questo in piazza insieme alla CUB, Martedì 29 aprile in piazza XXV Aprile e il 1° Maggio alla MayDay, a rivendicare diritti per tutti e reddito incondizionato di base.


JOB FOR FREE? FREE MONEY!

 


 

Share this post
FaceBook