ER - Emergenza Reddito: verso la legge di iniziativa popolare per il reddito sociale

Da domani Milano sarà attraversata da un’ambulanza pronta a intervenire per reclamare reddito e diritti. È l’ambulanza di E.R. Emergenza Reddito, che è stata finanziata anche con un contributo versato dai lavoratori che hanno devoluto a questa iniziativa, promossa dalla CUB un'ora di salario, dedicata a Dax e che servirà per raccogliere le denuncie sulle condizioni del lavoro precario e le firme per la legge di iniziativa popolare per il reddito sociale.
 
Questo mezzo
a settembre partirà per il Chiapas, in coppia con un altro mezzo dedicato a Carlo Giuliani ancora in allestimento, per integrare le risorse della clinica zapatista Guadalupana.
La lotta alla precarietà lavorativa e sociale costituisce un elemento centrale del programma di azione della Cub a tutti i livelli, dall'iniziativa contrattuale a quella di lotta, a quella di proposta legislativa come questa. 
 La precarietà è stata introdotta in modo massiccio dal governo di centrosinistra con il pacchetto Treu, rafforzata dalla legge 30 e avallata in tutti i modi da cgil cisl uil, con accordi firmati in tutte le sedi. 

La Cub promotrice insieme con le altre forze sociali dell'Euro May Day e contribuendo all'elaborazione della Magna Carta dei Diritti dei Precari si attiva anche per una proposta di legge di iniziativa popolare con la consapevolezza che solo le lotte ci daranno la Possibilità à di raggiungere i nostri obiettivi. 
Questa legge si propone di garantire ad ogni soggetto a titolo individuale un reddito in forma diretta e indiretta che permetta una vita degna in Lombardia.
Per questo sono previste delle integrazioni che garantiscono un reddito minimo per i disoccupati e per chi percepisce un reddito insufficiente a una vita degna, come i pensionati con la minima e delle indennità giornaliere che assicurano la continuità del reddito per i lavoratori intermittenti e l’accesso ai beni culturali per gli studenti. 

Il senso di questo
progetto di legge è scindere il reddito dal lavoro, poiché la nuova struttura del lavoro post fordista non limita la produttività del soggetto al lavoro salariato, anzi introduce continuamente l’individuo all’interno del ciclo produttivo.  
Il reddito diventa quindi un diritto da garantire ai cittadini intesi come coloro che costituiscono la comunità in cui viviamo. 
L’obiettivo è contribuire a mantenere aperto quello spazio politico di partecipazione e discussione che si apre con la EuroMayDay e imporre una radicale inversione di marcia nella sottrazione di diritti che viviamo da anni a questa parte attraverso la rivendicazione di diritti da parte della societàà civile, delle associazioni, dei movimenti e dei singoli individui.

Rete per il reddito sociale e CUB
 
Milano 15 maggio 004

PRENDI IL TESTO COMPLETO del PROGETTO DI LEGGE REGIONALE PER IL REDDITO SOCIALE .ZIP

FaceBook