E’ dal 1891 che il 1° maggio viene celebrato come la festa dei lavoratori, cioè da quando il congresso dell’Internazionale  decise di rispondere agli omicidi degli operai di Chicago ad opera della polizia nel 1886. Del fatto vennero accusati, senza prove, otto anarchici. Quattro di loro vennero impiccati in carcere. Il 1° maggio rappresenta da 113 anni il ricordo dei martiri di Chicago, ma questo non sembra affatto turbare quei dirigenti delle grandi aziende della “moderna” distribuzione organizzata che hanno deciso di tenere aperti al pubblico i propri centri commerciali e punti vendita.


A questi illustri dirigenti nostrani non importa nemmeno se il contratto di lavoro del settore del commercio non sia stato ancora rinnovato: importante è vendere, anche nel giorno della festa dei lavoratori.
Ci chiediamo che cosa ci sia di diverso in questi comportamenti da quelli che hanno portato agli omicidi di Chicago oltre 100 anni fa. Ci chiediamo che cosa spinga le proprietà delle aziende commerciali a non rispettare  nemmeno le regole minimali della convivenza civile e sociale, ed in nome di un astratto consumatore  “re del mercato”, ad annullare la dignità dei cittadini lavoratori-consumatori. 
Da oltre due anni abbiamo sollevato il problema del carovita che per gran parte della popolazione è sempre più grave, ma la risposta del governo e delle imprese è sempre  la stessa: arrangiatevi e voi consumatori comprate, comprate, comprate ….a rate. Così il credito al consumo  sta avendo un boom impressionante e l’indebitamento dei consumatori è un problema sempre più serio. 
Il 1° maggio boicottiamo tutti gli acquisti: facciamo della festa dei lavoratori la nostra festa.
Appoggiamo lo sciopero nazionale promosso dalla CUB- Confederazione Unitaria di Base e partecipiamo attivamente a tutte le iniziative di denuncia e di mobilitazione a fianco dei lavoratori.
Noi consumatori, siamo lavoratori e ancora prima cittadini,
 i nostri diritti sono inviolabili.

Milano, 1 maggio 2004-              
 ACU-Associazione Consumatori Utenti Onlus
Sito web: www.consumatoriutenti.it
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FaceBook