In prefettura la mancata conciliazione sui lavoratori di Palazzo Paleotti e dei dipendenti Coopservice: malgrado i margini che Coopservice si garantisce dagli appalti dell'università (arrivano a superare il 40% a fronte del normale 10/18%) Coopservice nega qualsiasi riconoscimento economico ai lavoratori che percepiscono dai 2,80 euro all'ora netti (nuovi assunti) fino a 3,20 euro netti ora (per chi lavora da tre anni).

L'offerta era 1 euro lordo all'ora di aumento solo per 4 dipendenti sui 13 attuali di Palazzo Paleotti.
Questo sfruttamento per i lavoratori e arricchimento indebito per Coopservice. In mezzo c'è l'università che accetta i lavoratori addetti ai servizi agli studenti e ai docenti siano messi in miseria.
CGIL e CISL hanno firmato il ccnl della miseria e stanno zitti: lo lasciano applicare! Coopservice, invece, non vuole discutere con CUB che rappresenta, in tessere reali, la maggioranza dei lavoratori interessati, ma solo con i firmatari del miserrimo contratto: ovvio... sono d'accordo, sono in combutta, hanno interessi comuni...

I lavoratori non possono altro che mobilitarsi:
ÔÇó    per l'applicazione di un contratto decente che mantenga lo stipendio almeno ai livelli precedenti il passaggio a Coopservice;
ÔÇó    per il riconoscimento di tutte le figure professionali e le reali mansioni dei lavoratori;
ÔÇó    per scongiurare che tutti i prossimi passaggi di appalto (il pi importante sar a Luglio 2014) non veda ulteriori tagli di stipendio e possibili tagli delle ore di lavoro come gi successo per i lavoratori Manutencoop in ateneo;
ÔÇó    per una presa di posizione chiara del Rettore nel senso di non ammettere paghe di questo tipo per chi lavora per l'università e per garantire che nei passaggi di appalto i lavoratori vengano confermati.
Se non ci fosse stato quel contratto, sottoscritto da CGIL e CISL i lavoratori avrebbero l'inquadramento di prima... con il mantenimento della retribuzione.
CGIL, CISL e Poletti, nuovo Ministro del lavoro, hanno firmato il contratto nazionale e ora lo devono cancellare dalla faccia della terra....

Oggi i lavoratori saranno all'assemblea che si terr alle ore 18.30 in via Zamboni assieme agli studenti.
In vista dello sciopero del 27 Marzo 2014 (spostato al 31) prossimo saranno definite ulteriori date di mobilitazione!


Organizzarsi e mobilitarsi l'unico modo di rispondere!
Questi contratti vanno aboliti!

 

Flaica CUB
Federazione CUB Bologna
via G.Petroni 18/4, 40126
Bologna - tel.0519921763

 

 

FaceBook