Ecco il loro modello di donna: al lavoro schiava, in casa serva! La CUB partecipa alla manifestazione promossa dalla rete NonUnaDiMeno.


 

Organizza un pullman per Verona sabato 30 marzo.
Ritrovo in P.le Loreto ang. Via Porpora ore 9.15
sottoscrizione 10 euro - Per prenotare: segreteria Cub 02.70631804

La Confederazione Unitaria di Base dice NO!
Il 29/30/31 marzo a Verona si svolgerà il cosiddetto “Congresso Mondiale delle famiglie” in cui si ritroveranno movimenti politici pro-vita, anti-abortisti, anti-divorzisti, anti-femministi, omofobi, e rappresentanti di governo della destra nazionalista (tra cui alcuni ministri e presidenti di regione leghisti).
Di fronte alla incontestabile crisi del sistema patriarcale e neoliberista, la risposta che questi signori danno è: ripartiamo dalla "famiglia naturale" (dalla "famiglia fascista"): le donne a casa a curare la famiglia e fare figli (possibilmente tanti, e se NON son borghesi carne da macello…).
Questa “cura” dovrebbe risolvere i problemi di natalità, di violenza di genere e di disoccupazione!
Alla sorprendente narrazione – un triste ricordo del "Ventennio" - che movimenti pro-vita e famiglia, religiosi integralisti, partiti nazionalisti di destra e neofascisti vogliono spacciare come soluzione alla crisi del sistema patriarcale e capitalista, noi diciamo che: NO, non torneremo indietro!
L'’unica soluzione a questa crisi è un cambio di paradigma: il superamento del sistema patriarcale, il rispetto per l’ambiente e la fine dello sfruttamento capitalistico!
Contro tutte le violenze: precarietà, discriminazione, violenza di genere, cultura sessista e razzista!
La CUB partecipa alla manifestazione promossa dalla rete NonUnaDiMeno
Verona sabato 30 marzo ore 14:30
corteo con partenza dalla Stazione FS di Porta Nuova

La CUB partecipa alla manifestazione e organizza un pullman.
Concentramento in P.le Loreto ang. Via Porpora ore 9.15 sottoscrizione 10 euro
- Per prenotare: segreteria Cub 02.7631804


. No a precarietà, discriminazioni sul lavoro e violenza di genere
. Sì a autodeterminazione, parità salariale e riduzione orario di lavoro
. No al ddl Pillon e agli attacchi alla legge 194
. Sì a buona legge su genitorialità condivisa e paternità obbligatoria
. Sì a reale applicazione della 194 e a veri centri antiviolenza
. No a welfare aziendale e al taglio dei servizi sociali pubblici
. Sì a condivisione lavoro di cura e a servizi
. Sì ad accoglienza e tutela alle donne migranti vittime di violenza

Confederazione Unitaria di Base
www.cub.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Volantino-verona-30-03-2019.pdf

 

FaceBook