È dalla pancia dei lavoratori che proveniva la protesta durissima di lunedì mattina al presidio davanti a palazzo Trissino, e il sindacato CUB e' stato lo strumento di questa lotta.

 


Variati misura con il proprio metro, cioè quello della convenienza e del proprio personale tornaconto, chi come la CUB supporta gratuitamente chi e' sfruttato perché non è pagato.
Il sindacato CUB non è a caccia di iscritti, la CUB rappresenta l'ultima spiaggia per lavoratori disperati, cui tutti hanno voltato le spalle, compreso chi li avrebbe dovuti tutelare e non l'ha fatto.
I delegati CUB non hanno agibilità o permessi e fanno attività sindacale nel proprio tempo libero, o prendendosi ferie come chi era presente al presidio lunedi mattina.
La parola gratuita' e' da sempre un termine sconosciuto alla casta e a chi, come Variati, vive di politica da una vita.
Provare cosa significhi essere sfruttati in cooperative sociali come la Mirror, farebbe bene a più di qualcuno dei nostri amministratori e portaborse pagati dai cittadini.
Ai lavoratori diciamo di non rassegnarsi, le "gazzarre inutili" per Variati sono le uniche utili per i loro diritti; le grandi conquiste sindacali come lo statuto dei lavoratori, il diritto alla maternità, alle ferie, alla malattia, a non essere licenziati senza giusta causa, sono state il frutto di centinaia di "gazzarre inutili" dei nostri padri; sicuramente Variati era altrove.

FLAICA UNITI CUB
Vicenza Via Napoli 62
tel.0444 546725
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.ilgazzettino.it/VICENZA-BASSANO/VICENZA

FaceBook