COMUNICATO STAMPAPISA - FLMUniti-CUB settore Telecomunicazioni - Precari: vincono la causa e la Vodafone non gli fa lavorare e non li paga da 2 anni e mezzo. - I lavoratori ottengono il pignoramento di parti di una centrale telefonica.


PRENDI IL DOCUMENTO IN FORMATO .zip


COMUNICATO STAMPAPrecari: vincono la causa e la Vodafone non gli fa lavorare e non li paga da 2 anni e mezzo.

I lavoratori ottengono il pignoramento di parti di una centrale telefonica.

 
Due lavoratori del Call Center Vodafone di Pisa dopo due contratti di lavoro a tempo determinato nel 2004 erano stati mandati a casa.
Successivamente i due lavoratori avevano fatto causa con gli avvocati della CUB e il 4 aprile 2008 il giudice del lavoro del tribunale di Pisa dichiarava l’esistenza tra le parti di rapporti di lavoro subordinato a tempo indeterminato a decorrere dal 25/04/2004 ed il conseguente diritto alla riammissione in servizio nonché l’obbligo per la societàà di corrispondere gli arretrati.
 
Da quel momento i lavoratori dichiaravano più volte la disponibilità a riprendere la prestazione lavorativa e chiedevano che l’azienda procedesse all’integrale esecuzione in tutte le sue parti della sentenza.
Dopo avere costatato che il comportamento della societàà era volto solo a perdere del tempo senza volontà di eseguire la sentenza i lavoratori tramite l’avv. Andrea Conte di Firenze si sono di nuovo rivolti al tribunale per chiedere la corresponsione degli arretrati dovuti e lo stipendio mensile attraverso un’ingiunzione di pagamento.
 
Ad oggi la situazione è la seguente:
i lavoratori sono sempre fuori dall’azienda, mentre per lo stipendio mensile il giudice del lavoro di Pisa ha dichiarato esecutiva la richiesta di pagamento, ma anche in questo caso la Vodafone ha deciso di non pagare;
Appena qualche giorno fa i lavoratori hanno proceduto al pignoramento di sedie e scrivanie della centrale Vodafone di Campi Bisenzio (FI) per un valore di circa 4.850 euro, tramite l’ufficiale giudiziario, adesso chiederanno la vendita all’asta di questi beni e il pignoramento di altri beni aziendali se Vodafone non provvederà a pagare gli stipendi e a reintegrare i due al loro posto di lavoro.
 
Com’è possibile che una grande azienda come la Vodafone possa arrivare a tanto e non sentire l’obbligo di rispettare le sentenze del tribunale del lavoro Italiano così come vale per qualunque altro cittadino?
Un comportamento illegale e scandaloso: ancor più della Fiat una multinazionale come Vodafone tiene dei lavoratori fuori azienda, non rispettando il loro diritto al lavoro stabilito dalla magistratura.
 
Firenze-Pisa, 7 febbraio 2011

 
FLMUniti-CUB settore Telecomunicazioni
 
Federazione Lavoratori Metalmeccanici Uniti - Confederazione Unitaria Di Base
Firenze, via Guelfa 148/r tel/fax 055-3200938    email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

FaceBook