FLMUniti-Cub. Dopo 10 anni la Camera di Consiglio della Corte d’Appello di Catania, sez. Lavoro, con dispositivo del 1° Ottobre 2009, rende giustizia a Roberto La Terra, all’epoca dei fatti Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza.


Dopo 10 anni, resa giustizia al RLS Metra Ragusa Roberto La Terra

Dopo 10 anni la Camera di Consiglio della Corte d’Appello di Catania, sez. Lavoro, con dispositivo del 1° Ottobre 2009, rende giustizia a Roberto La Terra, all’epoca dei fatti Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza.

I fatti risalgono al dicembre del 1999, quando si era verificato un gravissimo infortunio sul lavoro in danno di un operaio, in seguito al quale furono eseguite apposite verifiche ad opera degli Ispettori del Servizio di Medicina del Lavoro.
In tale occasione l’RLS La Terra rese ai suddetti ispettori tutte le necessarie informazioni, facendo anche riferimento alle omissioni delle quali l’Almer si era resa responsabile in materia di sicurezza negli ambienti di lavoro e anche della mancata organizzazione di corsi di formazione e di informazione dei lavoratori. Infatti, il lavoratore infortunato non aveva ricevuto la necessaria formazione (tramite appositi corsi) sui rischi specifici delle nuove mansioni in quanto proveniva da un diverso reparto rispetto a quello ove si è verificato l’infortunio.
In seguito a tali dichiarazioni l’Almer intimidì l’RLS accusandolo di aver mentito, diffamato e aver leso l’immagine dell’azienda, minacciandolo di licenziamento, denunciandolo all’autorità giudiziaria e facendolo oggetto di un provvedimento disciplinare.
Il processo, celebrato al Tribunale di Ragusa, nel 2005, si concludeva con l’annullamento della sanzione disciplinare, ritenendola discriminatoria, intimidatoria ed antisindacale; l’Almer impugnava la sentenza e ricorreva in appello. Contemporaneamente, in altro procedimento penale in merito all’infortunio, il Responsabile Protezione e Prevenzione dell’Azienda patteggiando la pena, ammetteva le responsabilità à aziendali sull’accaduto.
Il ° Ottobre di quest’anno viene emesso il giudizio della Corte d’Appello, la quale rigetta il ricorso dell’Almer, ritenendolo infondato, in quanto le dichiarazioni rese dal La Terra agli Ispettori del Lavoro non “assumevano carattere mendace e lesivo dell’immagine dell’Almer”, rimarcando così l’illegittimità della sanzione disciplinare, e condannando l’Almer alla rifusione in favore del RLS delle spese di giudizio.
Ci riteniamo soddisfatti, anche se ci sono voluti 10 anni per affermare che le cause di un infortunio erano dipese dalla inosservanza, da parte aziendale, delle disposizioni di legge in tema di protezione della sicurezza dei lavoratori.
Ma questa vicenda dimostra la difficoltà
ad adempiere ad un compito così importante e delicato, quale è quello degli RLS, non solo per la lentezza della macchina giudiziaria, ma anche perché , oggi, le problematiche legate alla crisi occupazionale e produttiva, fanno scivolare in secondo piano i temi legati alla sicurezza.

La segreteria provinciale FLMUniti-CUB

Ragusa, 6-12-2009

FEDERAZIONE LAVORATORI METALMECCANICI UNITI - CUB
 
Federazione Provinciale di Ragusa

Via S. Francesco, 79 – 97100 Ragusa
– Tel 0932 227293 – fax 0932 651612

 

 

FaceBook