Telecom condannataStorica sentenza quella emessa il 15 aprile dal Tribunale di Firenze che ha condannato per comportamento antisindacale Telecom Italia in violazione di ben 5 norme sulla sicurezza:

una delle poche sentenze che in Italia hanno visto la condanna di un'azienda per comportamento antisindacale in tema di salute e sicurezza nei confronti di un Rappresentante dei Lavoratori alla Sicurezza.

 

 Da alcuni anni il Rappresentante dei Lavoratori alla Sicurezza Simone Vivoli, eletto nelle liste del sindacato FLMUniti-CUB, lamentava di non essere coinvolto dall'azienda nei programmi di formazione dei lavoratori in tema di sicurezza, tenuto all'oscuro dei corsi di formazione, non consultato e non informato sui piani e sulle prove d'emergenza, e di non ricevere le procedure di sicurezza emanate da Telecom.

Inoltre, l'RLS non era stato consultato sulla nomina dei Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione aziendale e non aveva ricevuto i documenti di valutazione dei rischi da interferenze con le aziende d'appalto che effettuano lavorazioni a contatto con i dipendenti Telecom. Documenti più volte richiesti all'azienda.

Perciò l'RLS con la FLMuniti-CUB e l'assistenza degli avvocati dello studio Conte ha chiesto alla Magistratura l'accertamento del comportamento illegale di Telecom.

Così si è pronunciata la Giudice Dott. Davia:
"Accerta l'antisindacalità della condotta datoriale consistita nel non aver consegnato al Rappresentante dei Lavoratori alla Sicurezza copia dei DUVRI connessi ai contratti d'appalto, d'opera o di somministrazione in essere presso il territorio della Regione Toscana e per non aver preventivamente consultato il suddetto rappresentante in relazione:

- alla nomina dei soggetti aziendali preposti alla responsabilità à ed attuazione della normativa antinfortunistica;
- alle decisioni in materia di gestione delle emergenze con riferimento sia delle procedure da seguire in caso di emergenza sia alla date e alle modalità di svolgimento delle prove pratiche di attuazione delle procedure stesse;

- alle direttive emesse in materia di salute e sicurezza del luogo di lavoro;
- all'attivit di formazione ex art. 37 d.l.vo 81.2008;


ORDINA

a TELECOM ITALIA spa la cessazione della descritta condotta antisindacale, astenendosi per il futuro dal porre in essere analoghi comportamenti e consegnando al rappresentante i succitati DUVRI."

Firenze, via Guelfa 148/r tel/fax 055-3200938 email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FaceBook