La III Sezione Penale - Corte d'Appello Torino ha fatto un pò di verità e giustizia per gli operai uccisi dall'Amianto alla Montefibre di Pallanza


 
L'odierna sentenza la Terza Sezione Penale della Corte d'Appello di Torino ha fatto un pò di verità e giustizia per gli operai uccisi dall'Amianto alla Montefibre di Pallanza.
 
Come è noto Medicina Democratica nel giugno 2007 ha impugnato una nefasta sentenza emessa dal Tribunale di Verbania con motivazioni inaccettabili, mandando assolti tutti gli imputati che erano stati rinviati a giudizio per gli operai uccisi dal mesotelioma Amianto-correlato (oltre che dal PM, la sentenza veniva impugnata anche dalla CGIL di Verbania).
 
Per la morte causata agli undici operai
(due per asbestosi e nove per mesotelioma), la Corte d'Appello ha condannato i 14 imputati per omicidio colposo a pene variabili da 11 a 20 mesi di reclusione, riformando la suddetta sentenza di primo.
 
Con tutti i limiti e le parzialità di una sentenza, non va taciuto che l'odierno risultato è stato raggiunto anche per il notevole impegno profuso in un quinquiennio da Medicina Democratica in unione con i propri consulenti tecnici.
 
Milano 25 3 2009

Luigi Mara

MEDICINA DEMOCRATICA

FaceBook