IL GIUDICE DI MILANO CONFERMA LA LEGITTIMITA' DELLE RSU PASSATE DALLA CGIL ALLA FLAICAUNITI CUB NELLA ESSELUNGA DI MILANO. Nel silenzio assordante della Cgil, Esselunga si è assunta il compito di dichiarare decaduti i delegati, malgrado la evidente illegittimità di questa decisione, con l'assunto che tutto è permesso purché i lavoratori non abbiano un sindacato che li difenda.

Nelle scorse settimane delegati RSU di vari negozi Esselunga di Milano hanno deciso di abbandonare la Cgil e passare alla CUB; ciò a causa della subalternità del sindacato nei confronti dell'azienda come è clamorosamente emerso in occasione del referendum tenuto il mese scorso sull'ipotesi di accordo sul lavoro domenicale dove l'azienda si è praticamente sostituita al sindacato per cercare di farlo approvare.
Nel caso in questione, Esselunga di Lorenteggio, i due delegati, per dare forza alla loro scelta e dimostrare la rappresentatività di cui godono, hanno nuovamente raccolto le firme tra i lavoratori che li avevano votati raccogliendone un gran numero;
l'azienda nella persona del capo del personale è intervenuta convocando individualmente tutti i lavoratori che avevano firmato chiedendo il ritiro della firma con la motivazione che sarebbe stata estorta, ed utilizzando argomenti molto persuasivi per ottenere i suoi scopi.
Malgrado la messa in campo di questo apparato repressivo una parte dei lavoratori ha confermato l'appoggio ai delegati.
Il giudice, nelle motivazioni della sentenza, sottolinea che la RSU eletta sulla base dell'accordo del ‘94 è un organismo fortemente collegato alla base dei lavoratori che lo eleggono e che l'adesione ad altro sindacato non possa essere motivo di decadenza dalla funzione di componente della R.S.U.
Questa sentenza conferma i diritti sindacali delle RSU in carica che cambiano organizzazione e permette loro di continuare la battaglia per l'affermazione all'interno di Esselunga di un sindacato indipendente dall'azienda che difenda in modo coerente i diritti e gli interessi dei lavoratori, senza il ricatto degli Enti Bilaterali e delle sovvenzioni ad essi legati che oggi tengono prigionieri cgil-cisl-uil, come la vicenda del CCNL di Federdistribuzione dimostra ampiamente.

PASSA DALLA TUA PARTE.... PASSA ALLA CUB

Milano 28.04.2016              

Federazione Lavoratori Agro-Industria Commercio e Affini Uniti
Confederazione Unitaria di Base
20131 Milano - V.le Lombardia, 20 - Tel. 02/70631804 - 70634875 Fax 02/70602409
e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

FaceBook