Le  RSU e la Flaica CUB eletti sul cantiere del portierato dell'università di Bologna sono pienamente legittimi. I lavoratori avevano eletto le loro rappresentanze aziendali e FLAICA ottenne il 75% dei voti.

 

 

Finalmente! Lo sfruttamento dei lavoratori in appalto è enorme e CUB ha sempre lavorato per organizzarli e difenderli. Coopservice, malgrado incontrasse i lavoratori, lo faceva sempre informalmente, non ha mai voluto riconoscere il diritto del sindacato di indire le elezioni e di rappresentare il personale in sedi ufficiali dichiarando che “avrebbe fatto accordi solo con i firmatari di CCNL di settore”.
Nel lontano 2012 i lavoratori avevano eletto le loro rappresentanze aziendali e FLAICA
ottenne il 75% dei voti.
Coopservice ha sempre negato il riconoscimento di questa rappresentanza eletta ma ieri
ecco la sentenza del giudice che condanna Coopservice per attività antisindacale contro
Flaica CUB e obbliga la stessa a riconoscere la costituzione nel cantiere della
rappresentanza aziendale, a garantire ai lavoratori il diritto di riunirsi in orario di lavoro, a
mettere a disposizione locali adeguati per consentire l'attività di rappresentanza.
La cosa più importante di tutte è che da oggi gli RSU di Flaica CUB devono essere
riconosciuti come parte trattante e su questo, da subito, si muoveranno e con forza
chiederanno:
• tutta la documentazione relativa l'appalto;
• la riverifica e il giusto calcolo della parte retributiva che vede da anni 5 ore a
settimana non pagate;
• la risoluzione di tutti i problemi legati a buste paga non chiare o errate;
• la verifica dell'organizzazione del lavoro e la stabilizzazione di tanti precari;
Questi sono solo i primi punti da affrontare.

 

 


Avevamo ragione e ora siamo ancora più forti!

 

Bologna 18 luglio 2015


FLAICA CUB




        



FaceBook