Con una sentenza per attività antisindacale da parte della coop SLTM operante presso Alha al cargo di Malpensa, il Giudice del Lavoro di Busto Arsizio ha reintegrato, il delegato sindacale della Cub, Mauro Gaspare. Il lavoratore era stato, da prima escluso da socio e poi licenziato, perché a detta della cooperativa aveva criticato in pubblico l’operato dei responsabili aziendali.


Ricordiamo che per ben due volte i soci lavoratori, in assemblea avevano bocciato il bilancio 2013 della coop, ed è per questo che il delegato è stato licenziato.
Con questa sentenza, si fa finalmente giustizia contro una direzione che con la pratica delle intimidazioni e delle discriminazioni ha cercato di estromettere la nostra organizzazione e tutti i lavoratori scomodi.
Questo reintegro in azienda avviene anche in un momento importante.
Infatti:
Da alcuni giorni, i soci lavoratori vengono chiamati dai responsabili aziendali con la proposta-intimidazione perché si dimettano in attesa del cambio di appalto.
Da settimane, mentre i soci lavoratori della coop SLTM sono sospesi dal lavoro senza il sussidio, vengono sostituiti con personale di un’altra coop sempre del Consorzio Logica.
Numerosi soci lavoratori, con la scusa di non aver superato il corso per materiale pericoloso, vengono allontanati dal lavoro.
Ancor oggi, parecchi soci non sono inquadrati nel giusto livello contrattuale o sono sospesi dal lavoro senza neppure l’intervento della cigs con pesanti perdite salariali.
Tutto questo deve finire.

Anche i lavoratori di SLTM presso ALHA, debbono avere i diritti di tutti i lavoratori.

La Cub Trasporti ha già attivato, come prevede il ccnl, la richiesta di incontro per il cambio di appalto, che deve essere discusso con i SINDACATI 15 giorni prima.

O tutti i soci lavoratori continueranno a lavorare nella nuova cooperativa o dovremo procedere con tutte le iniziative del caso.


14/4/2015


CUB Trasporti

 

 



 

FaceBook