Venerdì 28/2/2003 alle h 15 Aula Magna del Palazzo di Giustizia di Milano

Convegno “Il nuovo arbitrato in materia di lavoro: eclissi della giurisdizione?” promosso da Magistratura democratica e D L Rivista critica di diritto del lavoro.
Il disegno di legge delega 848 Bis, risultante dallo stralcio deliberato nel giugno 2002 del più ampio disegno di legge governativo in materia di occupazione e mercato del lavoro ed ora all’esame della Commissione Lavoro del Senato, si propone non solo, come noto, di ridurre il campo di applicazione dell’art. 18 dello Statuto dei lavoratori, ma contiene un’altra previsione sicuramente di maggior impatto politico e sociale, della quale stranamente assai poco si parla al di fuori dei ristretti ambienti degli “addetti ai lavori”.

Si tratta dell’introduzione in materia di lavoro di un tipo di risoluzione delle controversie che, strettamente collegata con il già esistente tentativo obbligatorio di conciliazione, prevede la Possibilità à di far decidere le cause da funzionari amministrativi o da arbitri privati in luogo dell’autorità giudiziaria, attraverso l’introduzione di un arbitrato cosiddetto equitativo, in cui cioè la decisione viene adottata senza il necessario rispetto delle norme inderogabili previste dalle leggi e dai contratti collettivi.

E’ poi previsto che la “scelta” di demandare ad arbitri privati la soluzione delle controversie possa essere effettuata anche direttamente dal lavoratore, senza il tramite delle organizzazioni sindacali in ipotesi individuate dalla contrattazione collettiva.

Non può non destare estremo sconcerto una simile iniziativa legislativa, potenzialmente idonea a rendere del tutto marginale l’intervento della Magistratura nelle vertenze di lavoro, favorendo invece quello della Pubblica amministrazione o di organismi privati in un ambito di importanza decisiva, quale è quello della tutela, sostanziale e processuale, dei diritti dei lavoratori, che ha costituito una delle conquiste democratiche più importanti degli ultimi 30 anni.

Venerdì 28 febbraio 2003, dalle ore 15,00 alle 19,00, nell’Aula Magna del Palazzo di Giustizia di Milano parleranno del nuovo arbitrato di equità in materia di lavoro prefigurato dal DDL 848 Bis rappresentanti della Magistratura, dell’Università, del Foro milanese e delle Organizzazioni sindacali, nel corso di un convegno promosso da “D&L - Rivista critica di diritto del lavoro” e da Magistratura democratica.

Presentazione: Alberto Guariso (condirettore di D&L).

Relazioni: Fredi Mazzone (condirettore di D&L), Massimo Roccella (Università di Torino) Marco Pivetti (magistrato).

Interverranno: Piergiorgio Tiboni (Coordinatore nazionale C.U.B.)

Antonio Lareno Faccini (segretario CGIL Milano)

Vincenzo Vasciaveo (segretario CISL Milano),

Giovanni Gazzo (segretario UIL Milano)

Concluderà Riccardo Atanasio (magistrato del lavoro)

Parteciperà anche Claudio Castelli Segretario generale di Magistratura democratica

 

FaceBook