Spiritosa proposta della presidente di Confindustria di alzare l’età pensionabile per finanziare gli ammortizzatori sociali. CUB: e brava Emma, tanto a pagare devono essere ancora i lavoratori. Contro questo e per altri motivi la CUB ha proclamato il secondo sciopero generale per il 12 dicembre con manifestazioni in tutta Italia.

Prendi il comunicato pronto per la stampa .zip

Contro questo e per altri motivi la CUB ha proclamato il secondo sciopero generale per il 12 dicembre con manifestazioni in tutta Italia.

E’ del 10 dicembre la dichiarazione della Presidente di Confindustria Emma Mercegaglia che, per trovare le risorse per garantire gli ammortizzatori sociali, è necessario che la riforma delle pensioni innalzi l’età pensionabile.
“E’ inaccettabile, roba da repertorio del teatro dell’assurdo” replica quasi divertito P.Giorgio Tiboni, coordinatore nazionale della Confederazione Unitaria di Base.
“Noi proponiamo, da un lato, il blocco dei licenziamenti attraverso la riduzione degli orari di lavoro, con un’integrazione del mancato reddito a carico del bilancio statale” spiega Tiboni “come del resto è indicato anche dal cancelliere Angela Merkel.”
“Gli ammortizzatori sociali devono essere garantiti a tutti i lavoratori, mentre oggi a esserne esclusi sono la stragrande maggioranza, quelli che per esempio lavorano presso piccole aziende, i lavoratori con contratti a termine e gli atipici. ”
La CUB sostiene la continuità del reddito, con indennità di cassa integrazione dell’80% effettivo della retribuzione, mentre oggi, nel migliore dei casi e solo per una parte di lavoratori, si arriva a malapena al 50%, a causa della legge 427 dell’80, che fissa precisi massimali.
Secondariamente, per potere finanziare tutto questo la CUB propone di accollare questa spesa da una parte alle imprese, e dall’altra parte al bilancio statale, che potrebbe, per esempio, essere alleggerito da buona parte dalle spese militari da cui è gravato.
 “Perché almeno una volta tanto, tra i buoni propositi di Natale, anche Emma Mercegaglia non invita il governo a combattere più efficacemente l’evasione fiscale?” propone ironicamente Tiboni. “In fondo sappiamo tutti che da quella voce si potrebbe ricavare davvero molto.”
Per questi motivi, oltre che contro la Finanziaria e l'intera politica economica e sociale del governo Berlusconi, in difesa del reddito e della scuola pubblica e contro gli infortuni sul lavoro la CUB ha indetto il secondo sciopero generale, organizzato dal sindacalismo di base, previsto per il 12 dicembre.

Milano 11 dic. 2008

CUB - Confederazione Unitaria di Base
Milano: V.le Lombardia 20 - tel. 02/70631804-2666289 fax 02/70602409
www.cub.it - e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

FaceBook