Le scelte fatte sulla sanità pubblica stanno riducendo la possibilità di essere curati e assistiti.

Vogliamo una Sanità Pubblica che curi bene, che lo faccia in tempi brevi, che lo faccia con rispetto, che non ci costringa a pagare, che ci offra servizi per la prevenzione.

Per chiedere questo e per rinnovare la richiesta di incontro con le Direzioni generali e sanitarie di ATS e ASST organizziamo un PRESIDIO davanti al nostro ospedale pubblico che stanno smantellando fino a renderlo inutilizzabile.

Venite in tanti se pensate che la vostra salute sia legata anche al buon funzionamento della sanità pubblica.

La nostra salute non è una merce e la malattia non è un'occasione per far arricchire società private.

Il presidio avverrà nel rispetto delle norme anticovid19.

Sesto S.G, 28 dicembre 2020

Rete Salute Sanità Pubblica.

 

AGGIORNAMENTO 14 GENNAIO 2021: in relazione alla probabile istituzione della zona rossa e alle tante aspettative che ha acceso l'iniziativa di sabato. 

Il presidio ci sarà.
Tutti i DPCM emanati in questi 10 mesi, compreso l'ultimo del 3.12.'20, prevedono la possibilità di effettuare manifestazioni pubbliche.
All'articolo 1, comma 10, punto i) è espressamente consentito effettuare manifestazioni pubbliche in forma statica, distanziati e con le mascherine. Il presidio rientra in questa possibilità. L'articolo 3 che introduce i limiti e i divieti per la zona rossa vieta altre cose ma non impedisce le manifestazioni pubbliche.
 
Qualora il 16 gennaio rientrasse in zona rossa è solamente prevista l'autodichiarazione, come quando si va a fare la spesa. Nell'autodichiarazione alla riga: >in merito allo spostamento si dichiara inoltre che:..., va scritto: articolo 1, comma 10, punto i) DPCM.
Questo vale anche per chi arriva da comuni vicini.
 
A sabato.
Rete Salute Sanità Pubblica.
 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
FaceBook