Sesto SanGiovanni (Mi) La mobilitazione in città, l’informazione sui media e le iniziative del nostro servizio legale hanno prodotto un altro risultato positivo: le due famiglie immigrate di via Catania hanno ottenuto la residenza. (CONTINUA LA SOTTOSCRIZIONE x sostenere le cause contro le discriminazioni).


Avevano avuto in assegnazione un appartamento ciascuna in via Catania con la condizione di ristrutturala per ottenere le certificazioni di legge. Entrambe le famiglie avevano ottemperato agli impegni presi, ma all’atto della firma del contratto definitivo non hanno potuto procedere perché l’ufficio casa ha contestato loro i certificati relativi alle proprietà estere con un’interpretazione discriminatoria della normativa.
Ora il figlio di una delle due famiglie potrà fare la patente (qualcuno ricorderà di averlo visto in televisione), tutti potranno scegliere il medico di base, i disoccupati potranno inoltrare domande di lavoro.
Dopo il blocco degli sfratti delle famiglie ricoverate nei residence e nelle case in sub affitto grazie al nostro ricorso al Tar e alla relativa sentenza che ha condannato il Comune di Sesto San Giovanni, annullando di fatto il tentativo dell'Amministrazione di sfrattare decine di famiglie, la Giunta di Sesto deve fare ancora una volta un passo indietro.
Le questioni aperte però sono ancora molte:
- Altre decine di famiglie sono state illegalmente cancellate dall’anagrafe e non possono
nemmeno partecipare ai bandi casa
- Decine di famiglie sono state cancellate dalla graduatoria casa con il pretesto dei certificati sulle proprietà estere non conformi ed è stata loro negata l’assegnazione di una casa pubblica
- Decine di famiglie aspettano un’assegnazione in emergenza abitativa, ma l’assessore non
convoca la commissione Il mese scorso, insieme alle forze di opposizione, abbiamo organizzato una biciclettata di protesta, due settimane fa abbiamo tenuto un presidio davanti all’Ufficio Anagrafe e in calendario ci sono altre iniziative per le prossime settimane.
A livello legale depositeremo entro pochi giorni una causa contro le discriminazioni della Giunta di Sesto e abbiamo presentato una querela nei confronti del sindaco e dei responsabili dell’Ufficio Anagrafe per le numerose e ripetute irregolarità nella gestione delle residenze.
Abbiamo bisogno del sostegno di coloro che si battono contro le ingiustizie e le discriminazioni sia con la partecipazione alle iniziative di mobilitazione sia con i contributi economici.
Con l’aiuto di coloro che hanno già finanziato le nostre iniziative legali siamo riusciti a raccoglie la metà dei fondi che ci sono necessari.
Per un sindacato come il nostro che funziona sul volontariato è indispensabile che la campagna che abbiamo lanciato raggiunga l’obiettivo finale.


Sesto San Giovanni, 21 maggio 2019
UNIONE INQUILINI

     U-Inquilini-SestoSG-ANCORA-UN-RISULTATO-positivo.pdf

 

********************************************************************************

 

FaceBook