LA CASA ROSSA ROSSA E’ UN’ALTERNATIVA PER MOLTE FAMIGLIE E PER SINGOLE PERSONE CHE HANNO PERSO LA CASA.



C’è stato un periodo a Sesto durante il quale l’Amministrazione si preoccupava che le famiglie non finissero in strada: la graduatoria normale e quella dell’emergenza abitativa funzionavano e la Commissione Comunale alla presenza dei sindacati e delle forse sociali della città si riuniva spesso per assegnare case o per sistemare famiglie in sub affitto. Certo in mancanza di un piano casa organico pensato su più anni, difficilmente si sarebbe potuto superare la situazione di emergenza, ma almeno chi gestiva la città dimostrava attenzione ai problemi reali delle persone in difficoltà.
La nuova giunta e in particolare l’Assessore all’edilizia popolare, hanno da subito ostentato un atteggiamento diverso: rifiuto di considerare il problema casa come un problema urgente, nessun intervento per le famiglie che finivano in strada anche quando c’erano minori e la legge dice che il Sindaco deve intervenire, sperimentazione del nuovo regolamento regionale sulla pelle delle persone nonostante l’invito giunto da più parti di riconsiderare le nuove norme, nessuna autocritica quando il bando sperimentale ha dimostrato la sua inefficienza, tentativi di sfrattare le famiglie ricoverate nei residence o in sub affitto anche utilizzando metodi illegittimi, rifiuto di seguire le indicazioni regionali che invitavano i Comuni a chiudere le procedure in corso, discriminazione delle famiglie egiziane ed equadoregne con la scusa dei certificati di proprietà, taglio delle residenze per le famiglie, italiane o straniere, dopo un anno dall’esecuzione dello sfratto senza dare nessuna alternativa.
Di fronte a questa vera e propria guerra contro i senza casa, l’unica soluzione per molti è stata ed è la Casa Rossa Rossa. Lo è stata per chi in attesa di un assegnazione non aveva alternative sostenibili; lo è stata per chi aveva perso il lavoro e che una volta riconquistato un minimo di sicurezza economica ha trovato una soluzione sul mercato dell’affitto, lo è stata per chi ha perso la casa che stava acquistando perché non è riuscita a pagare le rate della banca, ma poi ritrovato il lavoro ha cercato una soluzione definitiva, lo è per chi pur abitando a Sesto da decenni non è stato più in grado di pagare l’affitto.
Alcuni giornali hanno detto che le famiglie se ne vanno dalla Casa Rossa Rossa, certo, se ne sono sempre andate perché la casa di via Sacco e Vanzetti non è mai stata considerata da nessuno una soluzione definitiva.
Anche in questi giorni la Casa Rossa Rossa sta accogliendo famiglie sfrattate; alcune verranno chiamate per l’assegnazione con nuovo bando tra un paio di mesi, altre aspettano che venga riattivata la graduatoria di emergenza.
Non sappiamo chi si muove dietro la campagna a favore dello sgombero, chi sta fomentando un clima ostile nei confronti di un’esperienza che ancora dimostra che la solidarietà esiste soprattutto quando sono le istituzioni che negano i diritti.
Quello che chiediamo, e lo abbiamo chiesto anche al Prefetto con lettere e solleciti a partire dal luglio scorso, è che venga convocato un tavolo tra proprietà dello stabile, rappresentanti delle famiglie e Amministrazione comunale per verificare le situazioni di fragilità e tentare delle soluzioni come è previsto che si faccia, visto che il decreto Minniti lo prevede esplicitamente così come prevede il censimento degli immobili vuoti.
Per discutere delle prospettive della Casa Rossa Rossa e delle politiche abitative urgenti da prendere a Sesto, ci troviamo in assemblea in via Sacco e Vanzetti.

ASSSEMBLEA 23 febbraio 2019
ore 16,00 presso la Casa Rossa Rossa di via Sacco e Vanzetti

Discuteremo anche della proposta di lanciare una raccolta firme in sostegno di una soluzione che tenga conto dei diritti e dei bisogni delle famiglie ricoverate nella Casa Rossa, prima della riconsegna dello stabile alla nuova proprietà.
I tempi per una soluzione diversa dallo sgombero ci sono anche perché la proprietà non ha intenzione di utilizzare lo stabile per qualche attività, ma solo sistemarlo per rivenderlo ad un costo maggiorato.

CASA ROSSA ROSSA
Via Sacco e Vanzetti 78
Sesto San Giovanni
UNIONE INQUILINI
via F.lli Bandiera 200

Sesto San Giovanni
   LA-CASA-ROSSA-ASSSEMBLEA-23-febbraio-20199.pdf

 

FaceBook