In occasione della giornata mondiale della Sanità, l’attivo della Cub di Milano esprime la più completa solidarietà ai lavoratori dell’Ilva e ai cittadini di Taranto che da anni sono esposti a agenti contaminanti con conseguente aumento di malattie dovute ad esposizione di sostanze tossiche.

Condivide inoltre l’iniziativa di Flmuniti-Cub di organizzare iniziative di lotta per difendere il lavoro e la salute e il ricorso alla Corte Europea per la violazione prevista dalla Carta Fondamentale Europea.

L’attivo Cub ribadisce il suo impegno nel cercare soluzioni in grado di difendere la salute degli operai in fabbrica e fuori e nel creare e mantenere rapporti costruttivi e positivi con gli abitanti del territorio di insediamento. Detto impegno è parte integrante dello Statuto della CUB laddove delinea un sindacato che difenda salute dei lavoratori e salute dei cittadini, ambiente di lavoro e ambiente esterno.

Detto impegno è rilevabile anche nella rivendicazione del risarcimento delle vittime dell’amianto, nella denuncia delle responsabilità penali di proprietari e dirigenti di aziende che non hanno difeso la salute dei lavoratori.

CUB si è costituita parte civile contro diverse aziende dall’Eternit di Casale Monferrato alla Fibronit di Voghera, alla Fiat di Arese, al Teatro alla Scala di Milano, all’Olivetti di Ivrea, alla Franco Tosi di Legnano, alla stessa Ilva di Taranto.

L’attivo si impegna a sostenere tutte le iniziative che l’organizzazione di Taranto e Nazionale assumeranno in futuro.

Milano 06/04/2007

Confederazione Unitaria di Base
Sede Nazionale: Milano, V.le Lombardia 20 - tel. 02/70631804  
e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cub.it