I LAVORATORI CONTRO L’ACCORDO FIRMATO DAI SINDACATI COLLABORAZIONISTI CHE HA AUMENTATO IL LORO ORARIO DI LAVORO.

I LAVORATORI AGESP DEL SETTORE IGIENE AMBIENTALE RIUNITI IN ASSEMBLEA HANNO DECISO DI RESPINGERE AL MITTENTE IL PEGGIORAMENTO DEL CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO SOTTOSCRITTO DAI SINDACATI CONFEDERALI, GIA’ RESPINTO DALL’ASSEMBLEA DEI LAVORATORI A LARGHISSIMA MAGGIORANZA, CHE IMPONE:


AUMENTO DELL’ORARIO DI LAVORO DA 36 A 38 ORE SETTIMANALI,
RIDUZIONE DELLE MAGGIORAZIONI DEGLI STRAORDINARI A CUI AGESP E’ COSTRETTA A RICORRERE IN PRESENZA DI UNA CRONICA CARENZA DI PERSONALE PER I SERVIZI AMBIENTALI,


L’INTRODUZIONE DI UN NUOVO LIVELLO PROFESSIONALE “S” (CON PARAMETRO 90) E CON RETRIBUZIONE BASE INFERIORE ALL’ATTUALE LIVELLO 1, IN CUI INSERIRE POTENZIALI NUOVI ASSUNTI PER AUMENTARNE LO SFRUTTAMENTO,


AUMENTI PRESSOCHE’ RIDICOLI CHE FINISCONO REALMENTE IN TASCA AI LAVORATORI, MA DESTINATI SOPRATTUTTO AI FONDI INTEGRATIVI GESTITI DA PADRONI E SINDACATI.

L’ASSEMBLEA DEI LAVORATORI DI VENERDI’ 3 MARZO, LARGAMENTE PARTECIPATA, HA DECISO DI AVVIARE LA PROCEDURA DI SCIOPERO ED E’ STATO QUINDI CHIESTO UN INCONTRO URGENTE AD AGESP SPA.


SE NON SARANNO SODDISFATTE LE RICHIESTE DI MIGLIORAMENTO, LA CUB, A FIANCO DEI LAVORATORI PROCEDERA’ CON LO SCIOPERO DEGLI ADDETTI ALL’IGIENE AMBIENTALE.


Confederazione Unitaria di Base – via Pasubio, 8 - Gallarate
Tel 0331/076413- Fax 0331/1832254 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.