Il Coordinamento Nazionale della CUB, riunito a Milano il 1° luglio 2017, esprime preoccupazione per il ripetersi sempre più frequentemente di atti di violenza e aggressione di marca neofascista e per la mancanza di iniziative di contrasto da parte di chi è preposto all’ordine pubblico.


Esprime vicinanza e fraterna solidarietà ai lavoratori, ai cittadini e al dirigente sindacale presenti al presidio organizzato dalla piattaforma “Nessuna Persona è Illegale”, fatti oggetto di una vile aggressione di un gruppo di facinorosi fascisti militanti dell'organizzazione CASA POUND in Piazza della Scala il 29 giugno.
Il Coordinamento inoltre condanna fermamente il tentativo di assalto che tale gruppo ha fatto al Consiglio Comunale di Milano, riunito a Palazzo Marino, e richiama tutte le organizzazioni sociali e politiche a costruire iniziative adeguate a contrastare decisamente ogni tentativo di riorganizzazione di gruppi che si richiamano al fascismo e al nazismo.
Cub ritiene che dietro le azioni fasciste si nascondano tentativi di restringere gli spazi democratici per l’esercizio del conflitto; Cub si opporrà a tali tentativi perché il conflitto democratico è la miglior risposta all’autoritarismo e il contrasto più efficace al rigurgito fascista.
Le autorità competenti debbono individuare e denunciare alla Procura della Repubblica i neofascisti che si sono resi protagonisti di aggressioni e violenze nel corso di questa gravissima provocazione. Milano, città medaglia d’oro della Resistenza, non può tollerare di essere offesa dai militanti di Casa Pound che si proclamano fascisti del terzo millennio.


La CUB si adopererà per una mobilitazione in difesa della Costituzione Antifascista e dei suoi valori.

Milano 1-7-2017


Confederazione Unitaria di Base
Milano: V.le Lombardia 20 - tel. 02/70631804 e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cub.it