- LEGGI lo STATUTO della C.U.B. (Confederazione Unitaria di Base)

 

Leggi "chi siamo" in: Read in EnglishLire en fran ais

 


La Confederazione Unitaria di Base (CUB) è il più importante sindacato di base operante nel nostro paese è presente nel CNEL (Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro i cui componenti sono designati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri prendendo a base la rappresentatività )
La CUB organizza oltre 706.802 tra lavoratori dell'industria, dei servizi, del pubblico impiego, gli inquilini e i pensionati, ed è composta dai seguenti sindacati di base: FLMUniti (metalmeccanici, telefonici, energia); FLAICA (commercio, industria alimentare, igiene urbana, pulizie, servizi), ALLCA (chimici, energia, farmaceutici, plastica, gomma), CUB-Edili, CUB Scuola, CUB-Informazione, CUB-Pensionati, CUB Sanità, CUB-Tessili, CUB Trasporti Aereoportuali, FLTUniti (trasporto); CUB pubblico-impiego (pubblico impiego); SALLCA-CUB (Credito e Assicurazioni), Unione Inquilini (casa e territorio).
La CUB nasce nella primavera dei '92 per iniziativa di numerosi lavoratori fortemente critici nei confronti di cgil-cisl-uil. Come lavoratori ci siamo resi conto da tempo di non avere più un sindacato, cioè un'organizzazione che difenda i nostri interessi. Viviamo in un paese in cui i sindacati sono cinghia di trasmissione dei partiti e dei governo, mentre clientelismo e corruzione contraddistinguono)no un certo modo di fare sindacato. Tutti l'abbiamo vissuto sulla nostra pelle nei diversi posti di lavoro.  Anche la stessa parola "sindacato" è diventata quasi una parolaccia.
Eppure c'èè un bisogno enorme di sindacato, di tutela dei nostri diritti, d'informazione.
Per questo motivo abbiamo costituito la Confederazione Unitaria di Base (CUB)
La CUB vive esclusivamente del contributo versato dai lavoratori con l'iscrizione e dalle sottoscrizioni effettuate dai lavoratori in occasione d'iniziative o di utilizzo dei servizi.
Pratica la più completa autonomia dal padronato, dai governi e dai partiti e caratterizza la sua iniziativa con una forte carica democratica affinché siano sempre i lavoratori a decidere sulle questioni che li riguardano direttamente.


I principali obiettivi della CUB:
integrazione al reddito per precari, lavoratori in cassa integrazione, disoccupati e pensionati
ridistribuzione del reddito a favore di lavoratori e pensionati attraverso un forte aumento del salario, l'introduzione della scala mobile, contro lo scippo del T.f.r.
contro le guerre, le basi e le spese militari
l'occupazione stabile e tutelata per tutti/e, contro il lavoro precario, la riduzione dell'orario di lavoro a 32 ore a parità di salario e la creazione di lavori socialmente necessari
la difesa e lo sviluppo del sistema previdenziale pubblico, della scuola, della sanità , dei servizi sociali, del territorio e dell'ambiente,
l diritto dei lavoratori alla salute dalla sicurezza rispetto alla centralità del profitto delle imprese,
il diritto alla casa, ad un affitto equo, la detrazione fiscale dagli affitti, l'utilizzo dei fondi Gescal per il rilancio dell'edilizia pubblica e il recupero del degrado abitativo,
il diritto dei lavoratori a decidere sugli accordi, la delegazione alle trattative, l'elezione democratica dei rappresentanti sindacali e la difesa del diritto di sciopero.


Inoltre la CUB è:
recupero crediti da lavoro (differenze retributive, arretrati, inserimento nei fallimenti, ecc.),
controllo busta paga, scatti di anzianità , t.f.r., malattia e infortunio, assistenza legale,
CAF di BASE (assistenza fiscale),
assistenza previdenziale,
sportello salute, ambiente, sicurezza, infortuni, malattie professionali, ecc.,
assistenza alla persone handicappate,
assistenza ai lavoratori immigrati,
tutela ai consumatori in collaborazione con ACU (Associazione Consumatori Utenti)
consulenza e assistenza legale su tutti i problemi della casa (affitti, sfratti, patti in deroga)


Assieme possiamo fare molto
L'esigenza di bloccare il continuo peggioramento delle condizioni dei lavoratori, dei pensionati, delle prospettive per le nuove generazioni e la costruzione di una nuova stagione di miglioramenti richiederanno anni di lavoro e la disponibilità di molti a impegnarsi.
Il raggiungimento degli obiettivi che la CUB intende perseguire richiedono la messa in campo di un adeguato rapporto di forza per vincere la resistenza di quanti si oppongono alla loro realizzazione. il rapporto di forza deriverà dal numero di quanti si attiveranno per sostenere l'azione della CUB sia attraverso l'adesione, la partecipazione alle iniziative, promuovendo la costituzione della CUB nei luoghi di lavoro, informando altri lavoratori che esiste una valida alternativa all'attuale situazione, sia dando il proprio contributo di idee e se possibile di tempo.
c'è bisogno del sostegno e dell'impegno diretto di tutti noi, da ritagliare nell'orario di lavoro: ogni giorno bastano 10 minuti di pensiero e 20 centesimi lire perché non aderire? Ciascuno può impegnarsi secondo le proprie disponibilità e capacità . Facciamo crescere a macchia d'olio la nostra volontà di cambiare.


Se sei interessato alle nostre proposte, se condividi l'esigenza di costruire un forte sindacato di base, democratico, che risponde solo ai lavoratori, non metterti tra i rassegnati, assieme possiamo fare molto. Con la CUB si può.

 

La Cub dispone di 145 sedi sul territorio nazionale.
V.le Lombardia 20 www.cub.it  e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. 02-7063.1804 fax 02-7060.2409
Milano Novembre 05

 

 

 7273.gifAGAINST the war, capitalism, for strong stable relations at a European level with grass roots and alternative organizations for a common struggle.  10 years of struggling experience!
CUB (Confederation Unitaria di Base) grew out of a decision in 1992 in Milan following the decision of hundreds of union members and hundreds of workers to break with the policies of Cgil-cisl-uil; the traditional Italian unions which had shown themselves more and more subordinate to managerial ideologies and acted in agreement with government and company owners, that is not with the needs of workers.  

The broken-off group, CUB is much more interested in the grass-root needs of people, more interested in humanity, the needs of social justice and democracy, and against repression an war.
Our presence in anti-capitalist initiatives and the European Social Forum in Florence can be seen in light of its coherent following of values.  

 CUB has upheld these values from the very beginning.   
In the last three years CUB has participated in the General Strike on May 13, 1999 and in the demonstrations against the Ex-Yugoslavia in which not only the Centre-left government but also the cgil-cisl-uil were in total agreement; or as they said a painful necessity.
Following a series of surveys and legal cases which lasted years, CUB and Medicina Democratica were admitted as a civil body in the case against the petrochemical industry of Marghera (Venice); here the court system with its rulings have been charged with slaughter and environmental disaster.

We were at the General Strike of July 20, 2001 against the G8 meeting in Genova with thousands of workers.  The strikes and the demonstrations in October against the Governments Libro Bianco policy which aims at making all jobs precarious positions.
A more widespread urgency for grass-roots unions grows out of a social scheme which considers the company level, job categories, and the national situation. In this way company owners and governments can be opposed, concretely Demonstrated against.  
Only at a European level can we group to struggle against war policies and capitalism.  

 This explains why CUB has always tried to create widespread bonds in which to work and struggle against mainstream unions. 
In 2002 grass-roots unionism started 3 general Strikes where thousands of workers, limited-contract employees, and students, demonstrations against the war, antisocial-policies, disconcerting political moves, the Bossi/Fini law on immigration, privatizations, limiting contracts for private and Public workers, unjustifiable retirement pakages cut-offs, the exstending of article 18 which is a law which guarantees against firing without just causes, the defense of public schools, social safety nets, the National Health System, guarantees incomes etc.

 For a few years now, CUB has been running a front of struggle and initiatives working with the young and workers with limited-time contracts in collaboration with Chain Worker, a group which began with the May 1st demonstrations against limited-contract work and for European salaries. A great number of people were at these demonstrations; its enough to think that at this years there were 30,000 workers, mostly young, as well as participation on the part of many diversified Italian social centers.  From its beginning CUB has been working in numerous employment areas against sudden random firings which are masked as official lay-offs; often such firing were part of agreements made between companies and the Cgi-cisl-uil unions.

In recent days it has organised demonstrations against current FIAT plans which foresee the firing of thousands of workers and the closure of whole plants, like the one in Arese (Milan) and the one in Termini Imerese (Pa).
December 2002 

 


 

7274.gifCUB-Confèdèration  unitarie de base a commencè e son activitè le printemps 1992 gr?óce l'initiative de nombreux travailleurs qui étaient très critiques avec Cgil-cisl-uil; c'èest le syndicat de base le plus important dans notre pays, il est présent dans le CNEL (Conseil National de l'Economie et du Travail)  dont les membres sont désignés par le Conseil des Ministres, et organise les travailleurs de l'industrie, des services, de l'emploi public, des locataires et des retraités. 

Nos idées :

  • défénce et  dévélopment de la Sécurité Sociale, de l'instruction publique, de service sanitaire, du service social, du territoire, 
  • défénce et  dévélopment de l'emploi avec la réduction 32 heures et le m?¬me salaire, 
  • défénce et hausse de salaires en rapport avec l'échelle mobile et en engagement très fort pour la conqu?¬te de salaires européens et réduction de taxes dans les payes,  
  • priorité des  droits des travailleurs la santé et  la sécurité en égard au profit des entreprises
  • le droit la maison, droit payer un loyer modéré et déductions fiscales des loyers, récupération des immeubles usage d'habitation 
  • droits des travailleurs choisir les accords et les représentants syndicales et pour la défence du droit de faire grève 
  • autonomie en rapport la classe dirigeante, au Gouvernement et aux partis politiques; règles démocratiques permettent aux travailleurs de décider en autonomie des leur problèmes.

Dans ces années nous avons développé plusieurs initiatives:

nous nous sommes constitués partie civile dans le procès contre le "Petrolchimico de Porto Marghera" pour la mort de centaines de personnes causé par la pollution dans le territoire de millions de tonneaux de substances toxiques; pour les 28 accusés on a demandéla condamnation  en tout de 185 années de prison. Ils  ont été accusé de homicide plural et catastrophe du milieu ambiant,
nous avons ordonné la grève pour la guerre en Kosovo le 13 Mai 2000, pour CUB, la guerre est toujours contre les travailleurs et les classes sociales les plus pauvres,

  • nous avons opposée une résistance tenace contre le référendum 
  • pour la liberté de licenciement 
  • nous sommes les promoteurs de l'association de secours mutuel
  • pour la défénce du droit de grève 
  • nous sommes les promoteurs de la grève du 20 Juillet contre le G8 avec une  manifestation dans la ville de G?¬nes 
  • nous travaillons dans les entreprises pour sauvegarder la santé et l'augmentation des salaires et nous opposons des touts nos forces l'instabilité de l'emploi.

Pour CUB il est indispensable de constituer formes stables de coordination avec les organisations syndicales de base, avec les délégués et les travailleurs de tous pays en Europe e dans le monde entier. 
jenvier 2002