Il Buono Assistenza Familiare (BAF) è un intervento economico una tantum di € 1.500,00 finalizzato ad un supporto nel pagamento di un assistente personale (badante o baby sitter), assunto secondo la normativa vigente per i residenti nel Comune di Milano.


Requisiti:
· persone anziane fragili di età pari o superiore a 60 anni, che non siano ricoverate in via
definitiva in strutture residenziali;
· famiglie con figli minori fino a 8 anni;
· residenti nel Comune di Milano, ivi compresi persone straniere regolarmente soggiornanti;
· con attestazione ISEE in corso di validità non superiore ad € 16.954,69;
· non titolari di altri contributi erogati dal Comune di Milano per la stessa finalità.
· contratto di assunzione stipulato dal 01/01/2017 in poi, secondo la vigente normativa (per
non meno di 15 ore settimanali) dal livello BS del (CCNL lavoro domestico) o livelli superiori
Dove presentare la richiesta:
Presso lo Sportello CuraMi in Via Trivulzio 15 - Via Bezzi 10 (ingresso con parcheggio per
autoveicoli) Tel 02 40297643 02 40297644 Fax 02 40297646
Orari di apertura del servizio: lunedì e venerdì dalle ore 9.30 alle ore 11.30, il mercoledì dalle ore
15.00 alle ore 17.00 (Si consiglia di fissare un appuntamento)
Documentazione necessaria:
· regolare contratto di assunzione stipulato dal 01/01/2017 in poi, secondo la vigente
normativa (per non meno di 15 ore settimanali);
· ISEE in corso di validità;
· giustificativi della regolarità del rapporto di lavoro e dell’effettivo pagamento della
retribuzione all’assistente familiare (MAV contributi Inps).
Lo sportello CuraMI raccoglie le domande, complete della documentazione sopra citata e le trasmette
all’Amministrazione Comunale, Area Domiciliarità e Cultura della salute/Unità Specialistica persone con
disabilità, che provvederà in caso di esito positivo a liquidare, due volte l’anno (per il 2017 a SETTEMBRE e
DICEMBRE, per gli anni successivi GIUGNO e DICEMBRE) tramite apposito ruolo, in un'unica soluzione
l’importo previsto di € 1.500,00.
I contributi verranno concessi sino ad esaurimento del budget assegnato. Qualora il numero delle domande
superi tale budget CuraMi procederà alla redazione di una lista d’attesa (che avrà validità fino al 31 dicembre
di ogni anno con l’attribuzione dei punteggi di seguito indicati e con i seguenti criteri di priorità:
1. persona che vive sola e priva di obbligati per legge; Punti 5
2. nucleo monogenitoriale; Punti 5
In caso di parità delle precedenti condizioni si darà priorità nell’ordine: a chi presenta un’attestazione ISEE di
valore inferiore
La graduatoria avrà validità fino al 31 dicembre di ogni anno, per poter accedere al contributo in
argomento nell’anno successivo gli interessati dovranno ripresentare la domanda.
Le domande potranno essere presentate da gennaio al 30 settembre corredata dai documenti aggiornati
(ISEE in corso di validità, bolettini MAV ecc.).