scioperoCUB Trasporti ha indetto un primo SCIOPERO NAZIONALE dei lavoratori degli APPALTI  F.S. nella giorrnata del 26 giugno 2009 - I lavoratori rivendicano un nuovo contratto di lavoro, gli arretrati contrattuali e dicono BASTA AI TAGLI E AI LICENZIAMENTI

 

Prendi il volantino pronto per la stampa -zip

Nessun contratto di lavoro, nessun arretrato contrattuale ma tagli e licenziamenti per i lavoratori degli appalti ferroviari. 
Per molti lavoratori degli appalti ferroviari dipendenti da alcune societàà, fra le quali la P. Mazzoni Ambiente, la mancata sottoscrizione del nuovo contratto nazionale della mobilità si somma alle incertezze legate al rinnovo dell’appalto.
Mentre altri lavoratori del settore (dipendenti es. Gorla, Freccia Rossa) ricevono l’aumento contrattuale stabilito in occasione del recente rinnovo e gli arretrati sotto forma di una tantum, pochi ed inadeguati all’aumento del costo della vita e dei servizi a dir la verità, molti altri lavoratori non ricevono né l’uno né l’altro visto che la Fise non ha accettato neanche un aumento minimo.
Questo nonostante l’appalto preveda esplicitamente l’applicazione di detto contratto per tutti i dipendenti ed FS abbia già ribadito che, chi non applicasse quel contratto, perderebbe l’appalto vinto (vedi lettera Dott. Sopranis).
In compenso, centinaia di lavoratori rischiano il posto di lavoro a causa della riduzione delle risorse economiche destinate al settore ed ai cambi di appalto.
Iniziative di lotta spontanee stanno prendendo piede fra i lavoratori interessati che nelle assemblee contestano le organizzazioni concertative e la loro politica di cedimento e cogestione del settore.
La CUB Trasporti, che rifiuta la logica secondo la quale devono essere i lavoratori ed i viaggiatori a pagare per scelte sbagliate fatte sulle loro spalle, sostiene la lotta dei lavoratori degli appalti e rivendica:
- mantenimento di tutti i posti di lavoro ed un loro incremento per migliorare la condizione dei lavoratori (clausola sociale) e l’igiene delle vetture ferroviarie
- mantenimento del CCNL delle attività ferroviarie e dell’accordo di confluenza del 19\11\2005
- piena applicazione dell’art. 2 dell’accordo di confluenza di settore nel CCNL delle attività ferroviaria riguardante l'applicazione, per tutti i lavoratori impiegati nelle attività ferroviarie (diretti, indiretti, soci di cooperative, ecc.) del contratto, dell'anzianità, del passaggio diretto dalla ditta cessante alla ditta subentrante, del trattamento retributivo e normativo.

Su questa base la CUB Trasporti
ha indetto un primo
sciopero nazionale
dei lavoratori degli appalti F.S.
dalle ore 09.01 alle ore 17.00
del 26 giugno 2009.

Attiverà inoltre tutte le iniziative, anche legali, perché chi “non ha visto” l’aumento sconsiderato  dei subappalti ed ha portato i lavoratori ed il servizio in queste condizioni sia chiamato a risponderne.
 
Milano, 11/06/2009.

CUB Trasporti
 20131 Milano V.le Lombardia 20
- tel. 0270631804
- fax 0270602409.
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

******************************************************************

Prendi la locandina pronta per la stampa .zip

C.U.B.   TRASPORTI

·    Per un contratto di lavoro dignitoso che recuperi l’aumento reale del costo della vita
·    Per il pagamento dell’una tantum e di aumenti salariali a tutti i lavoratori degli appalti senza differenti trattamenti fra lavoratori, anche della stessa ditta
·    Per la salvaguardia di tutti i posti di lavoro, la loro stabilizzazione e nuove assunzioni
·    Per l'applicazione a tutti i lavoratori impiegati nelle attività ferroviarie (diretti, indiretti, soci di cooperative, ecc.) del contratto, dell'anzianità, del passaggio diretto dalla ditta cessante alla ditta subentrante, del trattamento retributivo e normativo.
·    Per la fine degli appalti a subappalti che vedono solo l’aumento dei costi, il peggioramento delle condizioni dei lavoratori e l’aumento della precarietà
·    Contro la logica secondo la quale devono essere i lavoratori ed i viaggiatori a pagare per scelte sbagliate fatte sulle loro spalle

Su questa base la CUB Trasporti ha indetto un primo
sciopero nazionale dei lavoratori degli appalti F.S.
dalle ore 09.01 alle ore 17.00 del 26 giugno 2009.

Tutti i lavoratori del settore possono partecipare (iscritti e non a qualsiasi organizzazione sindacale).
Diamo una risposta a chi vuole toglierci anche quel poco che abbiamo conquistato in tanti anni e vuole renderci precari ed asserviti!

Milano, 21/06/2009.

CUB Trasporti
 20131 Milano V.le Lombardia 20- tel. 0270631804- fax 0270602409.
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., www.cub.it

*************************************************************************

Prendi il volantino pronto per la stampa .zip

SCIOPERO NAZIONALE DALLE ORE 09,01 ALLE ORE 17,00 DEL 26 GIUGNO 2009

CONTRO:

-LA MANCATA EROGAZIONE DELL’AUMENTO DA PARTE DI F.I.S.E E DEI SUOI SUBAPPALTI
-IL RITARDO O ADDIRITTURA IL MANCATO PAGAMENTO DEGLI STIPENDI IN MOLTI IMPIANTI D’ITALIA
- L’INCERTEZZA DELL’APPLICAZIONE PIENA DELLA CLAUSOLA SOCIALE
-LA PRECARIETA’ E L’INSICUREZZA CHE IL SETTORE ATTRAVERSA

PER:

-MANTENIMENTO DI TUTTI I POSTI DI LAVORO ED UN LORO INCREMENTO PER MIGLIORARE IL SERVIZIO
-MANTENIMENTO DEL CCNL DELLE ATTIVITA’ FERROVIARIE E DELL’ACCORDO DI CONFLUENZA DEL 19\11\2005
-PASSAGGIO DIRETTO DALLA DITTA CESSANTE A QUELLA SUBENTRANTE DEL TRATTAMENTO RETRIBUTIVO, NORMATIVO, DEL CONTRATTO, DELL’ANZIANITA’, DEL TFR, PER TUTTI I LAVORATORI DIRETTI E INDIRETTI COMPRESI SOCI DI COOPERATIVE.

CUB Trasporti

50129 Via Guelfa 148\R Tel/Fax 055494858
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 
FaceBook