Piano settore casa, ministro Lupi urge convocazione sindacati inquilini e terapia shock su gli affitti, basta regalie al mercatoIL GOVERNO ANNUNCIA IL VARO DI UN PIANO PER RILANCIARE IL SETTORE CASA SU MUTUI E AFFITTI.
L'UNIONE INQUILINI CHIEDE AL GOVERNO L'IMMEDIATA CONVOCAZIONE DEL TAVOLO NAZIONALE PER DISCUTERE LE MISURE NECESSARIE.
NO A RIPERCORRERE LE VECCHIE STRADE FALLITE, SERVE UNA TERAPIA SCHOCK: IL BLOCCO DI TUTTI GLI SFRATTI E DELLE ASTE GIUDIZIARIE; LA RIDUZIONE DEL 50% DEGLI AFFITTI IN CAMBIO DI UN ABBATTIMENTO DELLA TASSAZIONE; L'AVVIO DI UN PIANO PER 700 MILA ABITAZIONI SOCIALI.

DICHIARAZIONE DI WALTER DE CESARIS – SEGRETARIO NAZIONALE DELL'UNIONE INQUILINI.

"Chiediamo al Ministro Lupi la convocazione delle organizzazioni sindacali degli inquilini per discutere nel merito delle misure che il governo si appresterebbe a prendere nel consiglio dei ministri previsto per il 28 agosto.

Che cominci ad affiorare la consapevolezza della necessit di un intervento pubblico  e di mettere in campo risorse economiche è un fatto positivo. Il problema è la direzione di questo intervento.

Nel settore delle locazioni, se la parte del leone fosse un ulteriore intervento di sgravi fiscali alla propriet , lasciando al massimo qualche briciola per il fondo sociale per gli affitti, saremmo a una ennesima forma di maquillage che lascia inalterate le attuali contraddizioni del mercato immobiliare: case senza gente (per i prezzi troppo alti) e gente senza casa (per i redditi troppo bassi).

Ricordiamo che  i comuni certificano in almeno 650 mila il fabbisogno di case popolari per domande pendenti a cui non possono dare risposta e che in 10 anni è triplicato il numero degli sfratti per morosit , fenomeno che ormai è tracimato dalle grandi aree metropolitane e coinvolge allo stesso modo medi e piccoli centri urbani, specialmente laddove più forte morde la crisi e la disoccupazione.

Serve una terapia d'urto in tre mosse, tra loro connesse anche temporalmente:

  1. una immediata sospensione di tutti gli sfratti, compresa la morosit incolpevole e delle aste giudiziarie per insolvenza sui mutui per la prima casa;
  1. una riduzione degli affitti pari ad almeno il 50% di quelli attuali di mercato in cambio  di un drastico abbattimento della tassazione e un inasprimento fortissimo sulle case tenute sfitte o quelle nuove invendute e non offerte alla locazione con il meccanismo suddetto;
  1. il finanziamento e il varo di un piano poliennale per almeno 700 mila abitazioni sociali, con priorit al recupero e al riuso del patrimonio esistente a partire da quello pubblico in disuso o in dismissione."

Roma, 12 agosto 2013

Per contatti: 3924137970

Unione Inquilini – Segreteria Nazionale

Via Cavour 101, Int. 4 -  00184 Roma - Tel. 0647.45.711 - Fax 06488.23.74 

e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.sito internet: www.unioneinquilini.it

FaceBook