scioperoLunedì 17 novembre Sciopero Nazionale per l'intera giornata del Gruppo Engineering. La manifestazione avverrà a Roma presso la sede del Gruppo. Respingiamo i 236 licenziamenti

 

Prendi comunicato pronto per la stampa (.doc) 

La CUB, presente come RSU all'interno di Engineering, denuncia il grave comportamento aziendale sul previsto licenziamento di 236 dipendenti (il Gruppo Engineering, polo informatico italiano, conta ad oggi circa 6000 dipendenti su tutto il territorio) con la precisa intenzione di esternalizzare figure professionali di alto livello sostituibili con analoghe figure ma precarie e quindi, ricattabili.

L'azienda, quotata in Borsa, è una delle più grandi aziende italiane, con commesse di lavoro per la Pubblica Amministrazione, le Banche, le Assicurazioni, con dei ricavi nel primo semestre 2008 di + 56% (340 milioni di euro !!!).

Nel 2008 ha acquistato in contanti la Atos Origin Italia, ceduta dalla Francia per 45 milioni di euro, con la precisa intenzione di "accrescere le potenzialità del Gruppo con nuove frontiere applicative" (parole del Direttore di Engineering, Paolo Pandozy).

Eccole qui le nuove frontiere applicative: 236 persone, non numeri, a casa per Natale...senza lavoro !!!

Se anche le aziende che fanno utili (e che utili !!!) si concedono il lusso di licenziare, ci chiediamo dove si voglia arrivare.

Il piano industriale annunciato si è tramutato in un triste conto ai lavoratori. Licenziamento collettivo e senza confronto con le Organizzazioni Sindacali.

La CUB, prevedendo questo come il primo di successivi ed analoghi passi, specie in previsione della prossima fusione di Esel e Caridata nel Gruppo, chiede alla Direzione Engineering di tornare indietro sui suoi passi, cercando soluzioni alternative anche mediante il dialogo costruttivo con le Rappresentanze Sindacali.

In alternativa adotteremo tutti gli strumenti necessari alla salvaguardia dei posti di lavoro

lì 10 11 2008

RSU CUB  gruppo Engineering

 


FaceBook