La Salute in Italia se la può permettere sempre meno chi non ha i soldi. Perchè?
La Sanità Pubblica ormai è stata in parte smantellata rispetto all’idea originaria di 40 anni fa e non è più uguale in tutto il paese perché demandata alle Regioni.

Queste per ridurre i costi hanno ridotto le strutture pubbliche dove poter svolgere i servizi di cura e hanno affidato questo compito alle strutture private con convenzioni.

Queste, nella logica del profitto, applicano modelli organizzativi tipici delle fabbriche con appalti per gestire i servizi che sono sempre più al massimo ribasso. Con questa logica vengono tolti diritti acquisiti e salario ai lavoratori dei servizi appaltati, permettendo ai padroni di risparmiare sulla loro pelle e contemporaneamente non si garantisce qualità e soprattutto universalità del servizio ai cittadini.

Ormai la sanità in convenzione è talmente forte da risultare indispensabile e insostituibile e fa la voce grossa verso i malati e le istituzioni.

La salute è affidata sempre più ai privati e lo Stato non riesce a garantire autonomamente un diritto costituzionale ai cittadini

Ad esempio, la salute oggi non è un diritto ma è acquistabile sul mercato tramite siti web di coupon (dove solitamente si acquistano beni non di prima necessità ma di svago) che promuovono pacchetti per Analisi sangue, urine, tiroide, marcatori tumorali, HIV (sconto fino a 74%). Valido in 6 ospedali del Gruppo San Donato. Fonte: https://www.groupon.it/biz/san-donato-milanese/gruppo-san-donato Ma chi non può pagare?

La Cub rivendica:
. Sanità pubblica e gratuita
. Eliminazione ticket e liste d’attesa
. Investimenti per la messa in sicurezza delle strutture ospedaliere
. Stop all’affidamento della sanità pubblica ai privati
. Eliminazione del sistema di appalti
. Assunzione di personale sanitario e non sanitario

PASSA DALLA TUA PARTE PASSA ALLA CUB

Milano, febbraio 2019


Cub Sanità Italiana -
Confederazione Unitaria di Base
Milano V.le Lombardia 20 - tel 0270631804
www.cub.it - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Volantino-Ospedali-gruppo-San-Donato.pdf

 

FaceBook