sciopero Cub Campania - METRONAPOLI - Cub trasporti - Continua la lotta dei lavoratori della CUB Trasporti di Napoli dell'Appalto Metronapoli SpA per scongiurare decine  di licenziamenti. Sciopero il 05/09/2011.

COMUNICATO STAMPA

 

 

Continua la lotta dei lavoratori della CUB Trasporti di Napoli dell'Appalto Metronapoli SpA per scongiurare decine  di licenziamenti. Sciopero il 05/09/2011.
 
La CUB Trasporti di Napoli, ha manifestato davanti alla societàà Metronapoli per chiedere di rivedere i tagli economici che si sono verificati nell'appalto di pulizie della societàà partecipata del comune di Napoli, tagli che predispongono un esubero di 21 lavoratori su 78.

Da Parte del Comune di Napoli nessuna risposta in merito ai licenziamenti mascherati di mobilità. nonostante le nostre richieste la nuova giunta comunale di Napoli fa orecchie da mercati sulla pelle dei padri di famiglia che verranno licenziati senza un suo intervento.

La CUB Trasporti non ottenendo nessuna risposta in merito alle proprie richieste, cosi come proposto dai lavoratori dopo una lunghissima assemblea a dichiarato lo sciopero di 4 ore per il giorno 5 settembre 2011 per le due societàà che conformano l'Ati (Gesap-cns Gr) con iniziative di presidio e di piazza.



Napoli 29/08/2011


CUB Trasporti Campania

 ********************************************************************

Metronapoli taglia le commesse: in sciopero i dipendenti Gesap e Gierre
Di edazione il denaro
– venerdì 2 settembre 2011,

Il piano di ridimensionamento presentato dalle aziende Gesap e Gierre non piace a lavoratori e sindacati che per lunedì 5 settembre proclamano uno sciopero di 4 ore. Alla base della protesta l’avvio delle procedure di licenziamento, precedute dallo stato di mobilità, per 19 dipendenti (10 della Gierre e 9 della Gesap, nda). L’origine del problema sta nelle scelte della societàà pubblica Metronapoli, di proprietà del Comune di Napoli per il 99,46 per cento e di Anm per lo
0,54 per cento, che ha ridotto le commesse per i servizi di pulizia espletati dalle due aziende in stato di crisi. Gesap ha subito una riduzione del 20 per cento degli introiti derivanti dal rapporto con Metronapoli, Gierre invece ha visto ridurre il proprio impegno per la pulizia delle rotaie e delle stazioni di linea 1 e funicolare da giornaliero ad alternato. E così per evitare di chiudere le due imprese partenopee hanno deciso di eliminare parte del personale.

 I sindacati, però, attraverso il Cub Trasporti, respingono qualsiasi ipotesi di riduzione dell’organico. “I tagli economici operati dal Comune di Napoli, che peraltro in merito alla questione versa in uno stato di totale immobilismo, non possono ripercuotersi su lavoratori che con il proprio reddito hanno delle famiglie da mantenere”. A nulla sono serviti gli incontri delle scorse settimane tra le aziende e i rappresentanti dei lavoratori, al momento non sembra esistere alcuna ipotesi alternativa al licenziamento.


 

**********************************************************************

  Cub Campania - METRONAPOLI - Cub trasporti

 

**********************************************************************

  Cub Campania - METRONAPOLI

 

**********************************************************************

 

FaceBook