Il Coronavirus non ferma il cinismo dei padroni.
Il nemico di classe chiede ai lavoratori di sacrificarsi in nome dell’Economia e del Mercato.
Dalle lussuose dimore, ben protetti dal contagio, i padroni, attraverso le associazioni di categoria fanno pressione per riaprire le fabbriche.
Le burocrazie sindacali li sostengono.
Il governo attraverso i prefetti ha già concesso ad una grande platea di settori aziendali di proseguire la propria attività, proprio nelle zone più contagiate ( Lombardia, Veneto e Piemonte ).
Migliaia di aziende hanno chiesto e in molti casi ottenuto, l’autorizzazione ad andare avanti con la produzione.
- Non si contano più i casi di lavoratori e lavoratrici ( di tutti i settori ) morti o agonizzanti nelle terapie intensive.
- Il contagio per Covid-19, si diffonde nelle fabbriche e in ogni luogo di lavoro.
- la Confindustria adopera il ricatto per convincere i lavoratori a riprendere la produzione : “SE VUOI MANGIARE DEVI LAVORARE”.
- Landini va in soccorso:”Non si possono chiudere le fabbriche, altrimenti gli operai restano senza stipendio”
Lo sciopero continua: la FLMUniti-CUB ha già indetto lo sciopero nazionale di tutti i metalmeccanici, ad eccezione dei servizi essenziali.
Dal 4 Aprile 2020 dalle ore 06.00 per tutti i turni di lavoro ( compreso giornata ) fino all’ultimo turno montante del 14 Aprile 2020.
Lo sciopero si rende necessario per la copertura di tutti i lavoratori che intendono astenersi dal lavoro per i tempi e i giorni che ritengono opportuni.
Varese 7.04.2020

FEDERAZIONE METALMECCANINI UNITI
Aderente alla Confederazione Unitaria di Base
Milano - V.le Lombardia, 20- Tel. 02/70631804 Fax 02/70602409
www.cub.it e mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. pec This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

       flmuniti-Costretti-a-lavorare-Lo-sciopero-continua.pdf
FaceBook