Cub Tessili sostiene la campagna abiti puliti per un salario dignitoso a difesa di tutti.

 

Prendi il documento .pdf (2,5 MB- 8 pagine)

Un salario dignitoso a difesa di tutti
Testi a cura di Francesco Gesualdi, Deborah
Lucchetti e Ersilia Monti.
Grafi ca a cura di Matteo Sala.
Fonti utilizzate:
- AFW (2009) “Stitching a decent Wage Across
Borders: the Asia Floor Wage Proposal
- CCC (2009) “Cashing In”

La Clean Clothes Campaign lavora con 250 organizzazioni partner nel mondo per migliorare le condizioni di lavoro e sostenere il rafforzamento dei lavoratori nell’industria dell’abbigliamento globale.
Ha coalizioni nazionali operative in 12 paesi europei. In Italia la Clean Clothes Campaign è rappresentata da Centro Nuovo Modello di Sviluppo, Coordinamento Nord/Sud del Mondo, Fair e Manitese con l’adesione di altraQualità à, Assobotteghe, Ctm-Altromercato, Fondazione Culturale Responsabilità Etica, Libero Mondo, Rete Radie Resch.

Il salario dignitoso come risposta alla crisi
Secondo il Fondo Monetario Internazionale, la crisi finanziaria è costata alle casse pubbliche dei paesi ricchi qualcosa come 8.955 miliardi di dollari, di cui 1.950 in sovvenzioni, 2.525 per acquisto dei titoli tossici e 4.480 in garanzie1.
La cifra, pari al 13% del prodotto lordo mondiale, peserà come un macigno sulla gestione dei bilanci pubblici futuri perchè è stata reperita tutta a debito. Negli Usa, ad esempio il debito pubblico

 :::::::::::::::::::OMISSIS::::::::::::::::::::::::::::::::::

 

 gennaio 2010

 

 

Share this post
FaceBook