La Cub di Modena denuncia questa situazione insostenibile per centinaia di precari.

Le scuole modenesi non vivono solo il dramma di strutture fatiscenti e pericolose, come dimostra il recente caso drammatico del crollo di una parte del soffitto del Liceo Sigonio (tanto più drammatico perché si dovrebbe trattare, in teoria, di una struttura "sicura" messa a disposizione dell'istituto all'indomani del terremoto!).

I tagli miliardari alla scuola pubblica hanno come effetto anche condizioni di lavoro impossibili per centinaia di supplenti assunti all'inizio dell'anno scolastico e che non ricevono stipendi regolari: in provincia di Modena, stando alle ultime notizie fornite dai dirigenti scolastici, gli stipendi di ottobre e novembre non verranno erogati ai precari chiamati dalle scuole (e qualche precario sta ancora aspettando gli stipendi dello scorso anno scolastico!). È una situazione che riguarda gli istituti di ogni ordine e grado, dai Licei alla scuola primaria.

La Cub di Modena denuncia questa situazione insostenibile per centinaia di precari. Riteniamo gravissimi il silenzio e l'indifferenza dell'Ufficio Scolastico Provinciale e Regionale: i supplenti, dopo i due mesi di disoccupazione estiva, si trovano in condizioni di grave difficolt . Tutto questo mentre il governo e la Regione Emilia Romagna si attivano per garantire alle scuole private finanziamenti pubblici!

Chiediamo a tutti i precari della provincia che si trovano in questa situazione di contattarci scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Modena 19 11 2013

CUB Scuola Universit Ricerca   

SEDE NAZIONALE SETTORE SCUOLA
Corso Marconi 34, 10125 Torino
Tel/fax 011.655.897


FaceBook