Oggi i lavoratori si sono recati dal rettore che da tempo chiede la rimozione dei picchetti nella zona universitaria. Il rettore non li ha ricevuti Perché i picchetti non sono stati tolti ma ha mandato il prof. Gatta e la  prof.ssa Tullini. La richiesta dei lavoratori stata chiara: i lavoratori vogliono tolgono i picchetti se il Rettore invia una nota ufficiale rivolta ai lavoratori dove garantisce alcune cose minime riportate nella nota in calce.


Gi ieri, attraverso il vicario, prof. Ferrari, era stata avanzata la proposta di lasciare i picchetti se il rettore avesse inviato una nota nella quale si impegnava entro un limite di tempo accettabile, a garantire le retribuzione precedenti e il mantenimento delle retribuzioni nei prossimi passaggi di appalto.
I lavoratori non comprendono come mai il rettore chiede lo sblocco dei picchetti e non si impegna a mettere per iscritto ai lavoratori dei semplici e minimi impegni. Dai giornali si comprende bene che il rettore si sta muovendo quindi perche non scrivere ai lavoratori? Forse non sta avanzando le stesse richieste?
I lavoratori vogliono tornare  al lavoro e alla normalità ma con delle garanzie. L'intervento di ieri mattina del direttore generale ha sollevato moltissimi dubbi. Se entro oggi arriva una nota, anche generica, ma con una tempistica chiara, anche solo di verifica dell'operato del rettore i lavoratori lasceranno i picchetti.
Non chiedono troppo!
Richieste avanzate al rettore: 
all'incontro con il ministro si chieda la cancellazione del CCNL servizi fiduciari;
il  ritorno alla retribuzione precedente e garanzia di mantenimento degli stipendi per tutti gli appalti;
garanzia di tutti i posti di lavoro nel cambio appalto;

mantenimento delle ore di lavoro senza tagli;
Inoltre, nel caso la soluzione dei problemi retributivi abbia tempi lunghi chiediamo l'integrazione stipendiale da parte dell'ateneo;
L'ateneo faccia da garante su possibili comportamenti ritorsi di Coopservice nei confronti dei lavoratori in lotta nessuna sostituzione sostituire  di i lavorati, nessun licenziamento.
Chiediamo al rettore di verificare inoltre la Possibilità di bandire questi servizi con gara diretta visto che negli appalti consip non esiste portineria con assistenza tecnica e non esiste assistenza bibliografica e assistenza tecnica.


Bologna 3 04 2014


Federazione CUB Bologna

FaceBook