In particolare l'astensione dal lavoro di oggi si registra nelle scuole primarie dove in Veneto è altissima la percentuale di personale precario.

Chiusa oggi la scuola Manzoni di Camponogara con la solidarietà (vedi foto allegata) dei bambini e dei genitori che hanno affisso al cancello di ingresso uno striscione in sostegno alla vertenza delle lavoratrici.
I lavoratori della scuola oggi protestano per l'immissione in ruolo dei precari in misura tale da coprire l'attuale scandalosa carenza di personale.
Il Governo ha messo a concorso poco più di 20 mila posti mentre ne servirebbero 150 mila.
Sono inaccettabili anche gli aumenti stanziati dal governo per il rinnovo del contratto della categoria: gli insegnanti italiani sono quelli meno pagati d'Europa e sono quelli che lavorano più ore rispetto a tutti i colleghi degli altri stati europei.
Oggi di sciopera anche per i diritti delle colleghe diplomate magistrali: un diploma abilitante per chi lo ha conseguito entro il 2001 ma che impedisce di fatto a centinaia di insegnanti del Veneto dalla possibilità di essere inseriti nella Gae ai fini della stabilizzazione. Un' ingiustizia patita dai lavoratori ma anche dai bambini che a Venezia e in tutto il Veneto continuano a passare da una maestra precaria all'altra a causa di norme e cavilli incomprensibili e assurdi.

Vicenza 14 febbraio 2020

Elenia Boscolo CUB Scuola Università e Ricerca Venezia

Alessandro Busetto CUB Venezia

 

FaceBook