La nostra parola d’ordine: “24.000 NON BASTANO!”. COSA VOGLIAMO? Assunzioni su ogni cattedra disponibile.
A fronte quest’anno di una cifra record di 150.000 supplenze annuali assegnate a docenti precari di seconda e terza fascia l’unica vera richiesta che può risolvere il problema del precariato nella scuola italiana è: STABILIZZAZIONE PER TUTTI/E!

 

 VIDEO Tg3LOMBARDIA H 14.00 del 14.2.2020

Rassegna stampa: LIBERA TV Video 

 

 .

CUB Scuola Università Ricerca
Federazione nazionale
corso Marconi 34 – 10125 Torino

Tel/fax 011 655897 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Torino 13 Gennaio 2020

Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
Dipartimento Funzione Pubblica
Palazzo Vidoni Caffarelli
C.so Vittorio Emanuele II, 116 - Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Al Ministro dell'Istruzione,
Lucia Azzolina
Viale Trastevere, 76/A – Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Al Presidente della commissione di garanzia ex L. 146/90
Giuseppe Santoro-Passarelli
P.za del Gesù, 46 – Roma

Al Ministro del Lavoro
Nunzia Catalfo
Via Vittorio Veneto, 56 Roma

Oggetto: proclamazione Sciopero Nazionale del comparto istruzione, in attuazione della Legge 146/90, per tutto il personale docente, ATA, educatore e dirigente, a tempo indeterminato e determinato, nonché per il personale con contratto atipico.
La scrivente Organizzazione sindacale congiuntamente al Coordinamento Precari della Scuola Autoconvocati e ai  coordinamenti precari di Torino, Firenze, Cagliari e Sassari, preso atto:
a) dell’esito negativo del tentativo di conciliazione esperito in data 3 gennaio 2020 presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali come previsto all’art.1, comma 4, della legge n.83/2000, di modifica dell’art.2 della legge 146/90 in materia di esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali,
b) del fatto che tale esito è diretta conseguenza dell’assenza di risposte, da parte del MIUR, alle questioni da noi poste

alla base del tentativo di conciliazione,  comunica la proclamazione dello sciopero nazionale per l’intera giornata di Venerdì 14 febbraio 2020 per tutto il personale indicato in oggetto, confermando le motivazioni presentate in conciliazione:

• per la stabilizzazione di tutto il personale precario della scuola a partire da quelli con almeno 36 mesi di servizio come prevede la normativa europea 70/99,
• per un rinnovo del CCNL che definisca consistenti aumenti salariali per tutto il personale, nella prospettiva del 
raggiungimento di salari nella media europea,
• per maggiori finanziamenti sull’edilizia scolastica utili a garantire più sicurezza ai lavoratori ed agli utenti,
• contro lo sfruttamento subito dagli studenti in alternanza scuola lavoro,
• contro ogni ipotesi di autonomia differenziata.


CUB Scuola Università Ricerca
Il Coordinatore Nazionale
Natale Alfonso

Scarica il comunicato in pdf

 

FaceBook