Una delegazione CUB-Scuola Università Ricerca – SGB ha incontrato, il 22 ottobre, il sottosegretario al MIUR Giuseppe De Cristofaro. Nel corso di un colloquio caratterizzato da cordialità e attenzione reciproca, le nostre organizzazioni sindacali hanno presentato preoccupazioni e proposte

 in merito alle fondamentali emergenze che travagliano oggi il mondo dell’istruzione (salario, precarietà, sicurezza e diritti sindacali) soffermandosi in particolare sui recenti provvedimenti assunti dal Governo.
Abbiamo fatto rilevare:
l’assoluta insufficienza dei fondi stanziati per il rinnovo contrattuale e l’errore che si compie sottofinanziando, ormai da anni, il settore strategico istruzione (meno 1% del PIL rispetto alla media OCSE); abbiamo anche messo in guardia dall’operare soltanto sulla leva fiscale poiché si giungerebbe al semplice scambio tra salario diretto (lo stipendio) e salario indiretto (i servizi universali collegati al welfare);
la preoccupazione per i disegni di legge proposti come collegati alla legge di bilancio e che interverranno su reclutamento, sistema di valutazione, responsabilità disciplinare e autonomia differenziata.

Sugli stessi temi abbiamo sottolineato:
a) la nostra ferma opposizione a qualsiasi forma di regionalizzazione della scuola;
b) la crescita abnorme del contenzioso disciplinare (favorita dalla sostanziale impunità dei D.S. e dallo squilibrio, a favore del D.S., tra le parti in causa);
c) la richiesta di affrontare in modo sistemico l’emergenza precarietà fornendo percorsi chiari e pluriennali che segnino la strada per la stabilizzazione dei supplenti attualmente in servizio;
d) la nostra contrarietà verso sistemi premiali soggetti alla valutazione individuale e alle prove tipo Invalsi, nei cui confronto esiste ormai un diffuso sentimento critico anche nel mondo anglosassone, da cui provengono.

Il fatto che le recenti intese su precarietà (1 ottobre) e diplomati magistrali (18 ottobre), non affrontano in modo risolutivo le due questioni, infatti un concorso straordinario per soli 24mila posti docente ci appare del tutto inadeguato a fronte dei circa 170mila supplenti attualmente in servizio e il non licenziamento in tronco dei diplomati magistrali non garantisce comunque il loro futuro. Il nostro giudizio è quindi che a fronte di elementi positivi (nuove assunzioni, valore abilitante dei concorsi, prolungamento al 30 giugno per i DM) venga a mancare il coraggio necessario ad affrontare la gravità della situazione.
La necessità che il percorso d’internalizzazione avviato con la stabilizzazione dei lavoratori ex LSU e degli appalti storici nelle scuole risolva per davvero il problema e serva da apripista verso la reinternalizzazione di tutti i servizi appaltati. Abbiamo ragionato sui numeri del provvedimento in atto (11.263 posti a concorso a fronte di circa 16.000 dipendenti), convenuto sul rischio che molti restino esclusi, osservato che anche per questi si debba prevedere un percorso assunzionale per il quale abbiamo formulato le nostre proposte.

Su tutte le nostre osservazioni il sottosegretario ha accolto il dialogo, mostrato interesse e sottolineato che il Governo agisce con vincoli di bilancio stretti e che ogni provvedimento è anche frutto della necessaria mediazione politica tra le diverse anime che lo compongono.
Si è detto fiducioso circa l’impegno del MIUR a mantenere il carattere unitario della pubblica istruzione e sulla possibilità di agire per sanare il divario stipendiale con la media europea.
Ha anche sottolineato che il Governo è insediato da poco più di un mese e che quindi si dovrà lasciare del tempo per valutarne l’azione politica.
Il colloquio si è concluso con l’impegno a rivedersi in tempi brevi e con la consegna di un nostro dettagliato documento di rivendicazioni sulle quali siamo impegnati da tempo e che sono al centro dello sciopero (e delle manifestazioni in diverse città) che abbiamo promosso per venerdì 25 ottobre.

Roma, 23 ottobre 2019

SGB Pubblico Impiego
Direttivo nazionale Giuseppe Raiola
CUB Scuola Università Ricerca
Il Coordinatore nazionale Natale Alfonso

Scarica il comunicato in pdf


https://www.tecnicadellascuola.it/regionalizzazione-scuola-sgb-e-cub-incontrano-de-cristofaro

FaceBook