Vertenza educazione degli adulti: ottenuti in totale 31 posti di insegnante in più, resta aperta la questione della stabilizzazione dell'organico e dei locali.

La CUB revoca lo sciopero previsto in considerazione del successo ottenuto ma continua la mobilitazione per l'ottenimento pieno degli obiettivi.

Un primo importante risultato della mobilitazione degli insegnanti dei Centri Provinciali Istruzione degli Adulti è stato l'ottenimento di 8 posti di insegnante per la primaria e di 23 posti per la secondaria (vedi dettaglio in allegato).

Si tratta, per ora, di posti aggiuntivi rispetto a quanto previsto dall'amministrazione scolastica alla quale va reso merito di aver accettato le richieste dei colleghi.

La CUB, che riconoscendo la disponibilità dell'Ufficio Scolastico Territoriale, ha revocato lo sciopero previsto, continuerà l'iniziativa per ottenere:
- la stabilizzazione dell'organico in modo da evitare ad ogni anno scolastico il determinarsi di tensioni e la necessità di mobilitarsi per ottenere quanto dovuto;
- il riconoscimento dei diritti degli insegnanti di A023, lingua italiana agli stranieri, che per un'incredibile mancanza del ministero, pur essendosi abilitati all'insegnamento, per gran parte non hanno avuto posto;
- il riconoscimento di risorse adeguate, in particolare locali ma non solo, per garantire un buon funzionamento del delicato settore dell'istruzione degli adulti.

Una vittoria, frutto dell'unità e della determinazione degli insegnanti dei CPIA che deve avere seguito nella mobilitazione per arrivare al pieno conseguimento degli obiettivi.

Torino 18 11 2016

CUB Scuola Università Ricerca
sede nazionale Torino Corso Marconi 34
Tel/fax 011 655.897
www.cub.it - www.cubpiemonte.org

FaceBook