La Sanità in Italia la pagano lavoratori e utenti: le Elezioni della RSU sono un’occasione
per cambiare chi deve rappresentarti.

Insieme per far valere i tuoi diritti, garantire il reddito e un lavoro degno in una società più giusta. Rafforza la CUB Sanità, il sindacato che non si compromette con i padroni e i governi e dipende solo dai lavoratori.
PRENDI I DOCUMENTI PER LA PRESENTAZIONE DELLE LISTE
 PRENDI IL VOLANTINO DA DISTRIBUIRE  Con la CUB per: rinnovare i contratti, aumentare i salari, lavoro stabile e tutelato, dire no al jobs act e alla precarietà

 

 
il 3-4-5 Marzo si rinnovano le Rappresentanze Sindacali Unitarie (RSU) nel Settore della Sanità Pubblica, e quindi è tra il 14 gennaio e il 6 febbraio 2015 che si dovranno presentare le liste per il rinnovo delle RSU in tutti gli Enti.

La CUB Sanità Italiana, nonostante le molte contraddizioni che caratterizzano il regolamento e il funzionamento dell’RSU e nonostante la limitatezza non casuale dei loro poteri effettivi, ritiene comunque la Rappresentanza Sindacale nei posti di lavoro uno spazio fondamentale di legittimazione e democrazia, certo da cambiare, ma da cui partire per il rilancio dei diritti di lavoratori e cittadini tutti.

PERCHÉ PARTECIPARE ALLE ELEZIONI RSU

L’RSU così come sono concepite, hanno ridotto all'impotenza il dissenso di chi non è allineato ma restano il solo strumento, nell’attesa di un vero e forte “cambiamento” per partecipare alle trattative, per fare assemblee, per relazionarsi con colleghi/e, per avere voce obiettiva e d’opposizione nelle Amministrazioni, negli Enti, nelle ASL e negli ospedali.

Abbiamo visto, negli ultimi 20 anni, dove ci hanno portato le politiche concertative dei sindacati confederali: contratti e salari bloccati, aumento dell’età pensionabile, tagli ed esternalizzazione di servizi pubblici, aumento dei carichi di lavoro, aumento della precarietà, meritocrazia di facciata e per contro … privilegi politici e corruzione dilagante.

E’ fondamentale quindi non lasciare in mano ai sindacati tutti che hanno sostenuto quelle politiche il compito di rappresentarci nei luoghi di lavoro; dobbiamo quindi levare alta la nostra voce oggi, allargando l’area d’influenza della CUB Sanità, per mantenere salde postazioni di rappresentanza, di difesa e di allargamento dei diritti, per questo invitiamo gli iscritti, i simpatizzanti e tutti coloro che hanno realmente a cuore le sorti della Sanità Pubblica a promuovere liste CUB Sanità a candidarsi e a sostenere la nostra campagna elettorale per :
difesa della Sanità Pubblica e del diritto universale alla salute, quindi lotta alle privatizzazioni ed alle esternalizzazioni di servizi ai privati
lotta al precariato e a tutte le forme di sfruttamento dei lavoratori, miglioramento delle condizioni retributive e lavorative del personale
I tagli ai finanziamenti pubblici, l’aumento delle tasse e la riduzione dei servizi rappresentano una spirale negativa che giorno dopo giorno mette in crisi la tenuta della Sanità Pubblica e che trascina al macello sociale con sé lavoratori e Utenti.

Col consenso di cgil, cisl, uil, ugl ma anche e dei sindacati autonomi e corporativi di Settore, i Governi hanno ridotto l’occupazione, tagliato i salari e ridotta la capacità di soddisfare i bisogni di prevenzione e cura dei malati, ovvero il diritto alla Salute in particolare:
Le strutture di ricovero pubbliche ed equiparate sono passate da  942 nel 1997 a 638 nel 2009;
i posti letto per degenza ordinaria  sono passati dai circa 328.000 del 1997 ai 217.831 del 2009.
L’incidenza percentuale della spesa per il personale sul totale della spesa sanitaria è passata dal 43,3% del 1997 al 32,5% del 2011.
Le retribuzioni del personale sono ferme da cinque anni, sono aumentate le esternalizzazione dei servizi assistenziali a cooperative sociali
E altro … e molto altro ancora !

Per gli utenti sono aumentati i ticket per i farmaci, le visite specialistiche e gli esami diagnostici che dal 2014 diventeranno 7 miliardi contro 5 i miliardi spesi nel 2007 .

Alla spesa “diretta” i cittadini devono aggiungere quella indiretta delle tasse, che aumentano sempre di più, in particolare le addizionali regionali utilizzate dagli amministratori locali per rispondere ai tagli voluti dal governo.

La CUB Sanità è un’organizzazione sindacale conflittuale costituita da lavoratori che mettono a disposizione il proprio tempo per difendere la classe lavoratrice, preparati, rispettati anche dalle controparti per la coerenza, la trasparenza, la distanza da ogni potere politico e/o economico.

Candidati e vota per sostenere la battaglia per meglio difendere la Sanità pubblica e con essa il “servizio sanitario gratuito, esigibile e pubblico”,  il tuo lavoro ed il tuo reddito.

VOTA CUB  Sanità Italiana  

 

 PS: LA DELEGA PER LA PRESENTAZIONE DELLA LISTA VA RICHIESTA AL RESPONSABILE DELLA CUB Sanità TEL. 02.70631804 o scrivendo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Tel. 02.70631804 fax 02 70602409




 

 













 

 

 

FaceBook