17 maggio 2019: video intervista a  Walter Gelli e  Aldo dipendente della Cooperativa ma senza stipendio -72 Lavoratori OSS della Coopera SCS Onlus da oltre un decennio occupati nelle Cliniche Igea di Via Marcona e Policlinico Via Dezza (Mi) dal 1 Maggio 2019 sono a casa senza lavoro.

Accade infatti che a metà Aprile, ovvero appena prima della scadenza appalto il 31 dello stesso mese, veniva promessa ai 72 lavoratori, da Igea e Policlinico, la prosecuzione del lavoro a tutti in assunzione diretta, ma accade che ora Igea, Policlinico e Coopera si rimbalzano la responsabilità per la mancata assunzione nelle 2 cliniche di questi lavoratori in larga maggioranza donne che ad oggi sono ancora in carico a Coopera ma senza lavoro.

La nostra priorità è la salvaguardia di queste 72 persone e del Servizio poiché è vergognoso perdere il lavoro quando il lavoro c’è e prosegue. A tutti i lavoratori va garantito il lavoro nelle 2 strutture.

Infatti è inusuale che i 72 lavoratori siano stati tutti sostituiti d’emblée con personale interinale certo diplomato e bravo ma privo di conoscenza di quella realtà, disattendendo così sia al diritto dei lavoratori che forse ogni criterio di adeguatezza (dovuto per Contratto verso le Istituzioni e le Autorità competenti in materia di salute e sicurezza degli ammalati-utenti) finalizzato a garantire un servizio di qualità alla Cittadinanza.

                      LAVORO E SALUTE SONO DIRITTI DEI LAVORATORI E DEI CITTADINI

Sappia la proprietà che non molleremo; chiediamo ai cittadini utenti di esserci vicini e solidali ed alle istituzioni di intervenire sulla questione, portando quindi avanti tutti ed uniti una battaglia utile a difendere sia il loro posto di lavoro che il diritto alla salute.

                               PASSA DALLA TUA PARTE PASSA ALLA CUB

10 Maggio 2019

Cub Sanità Italiana
Confederazione Unitaria di Base
Milano V.le Lombardia 20 - tel 0270631804 - fax. 0270602409

www.cub.it - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 

         Scarica il comunicato in pdf

FaceBook