Oramai è noto a tutti che nella pubblica amministrazione dietro ai processi di “riorganizzazione dei servizi” si celano tagli di personale e la creazione di nuovi carrozzoni pubblici.


Non può che essere interpretata così la proposta di Zaia di creare l'Azienda Zero. La motivazione scritta nella documentazione che ci è stata fornita è la riorganizzazione di alcuni servizi amministrativi e tecnici. Per fare questo si crea una nuova azienda ad hoc spostando personale in modo volontario, e in mancanza di questo, procedendo con trasferimenti d'ufficio.

La Regione Veneto ci ha abituati negli ultimi dieci anni alla creazione di nuovi enti para regionali o sanitari che assorbono risorse e che quasi mai sono giustificati da reali esigenze di pubblico interesse. Ancora una volta la lunga mano della politica si insinua nella gestione della pubblica amministrazione “riorganizzando” e creando altri carrozzoni alla cui conduzioni solitamente vengono posti uomini di fiducia, o persone che sono vicine al politico del momento.

La CUB Sanità contesta queste modalità di gestione dei servizi sanitari funzionale solo alla politica prima che alla salute ai cittadini e ai lavoratori.

Il 14 settembre alle ore 16 presso l’Auditorium dell’Ospedale di Schiavonia si terrà una audizione con le RSU cioè con i rappresentanti eletti dai lavoratori, le OOSS e la Direzione Generale.

Una riorganizzazione dei servizi (tecnici e amministrativi in questo caso) può essere attuata senza la necessità di creare un nuovo ente. Perché allora questo trasferimento d'azienda? Perché creare un nuovo carrozzone e creare qualche altro posto dirigenziale da affidare agli amici degli amici? Queste sono le domande che vogliamo porre il 14 settembre! E’ importante capire se effettivamente a livello contabile l'Azienda Zero sarà creata a costi zero. Ridicole sono le proposte di osservatori regionali da parte sindacale, anche queste utili solo a creare spazi di visibilità per chi li propone.

Ai lavoratori e ai cittadini invece diciamo che la situazione all'interno delle Ulss del Veneto rimane gravemente precaria in quanto manca personale sanitario. Assunzioni di personale, investimenti strutturali e un taglio drastico delle poltrone dirigenziali: questi sono gli unici interventi che servono per fare funzionare i servizi. La CUB intende contestare la creazione dell’Azienda Zero mettendo in atto iniziative di mobilitazione locali anche per sensibilizzare i cittadini a questo riguardo, sino ad arrivare allo sciopero generale del 27 Ottobre con manifestazioni articolate in tutto il territorio !!!
Padova, 30 agosto 2017

CUB Sanità - Veneto
Sede Via Risorgimento, 9 Padova
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FaceBook