Il 23 ottobre la CUB Pubblico Impiego ha incontrato il Ministro della Pubblica Amministrazione ed ha esposto le azioni prioritarie per un intervento a favore dei lavoratori pubblici, indicando come necessari,

tra gli altri, il ripristino degli scatti biennali di anzianità e l’introduzione della 14^ mensilità, al posto dei cosiddetti premi incentivanti, frutto avvelenato di un sistema chiamato “misurazione delle performance”.
Il sistema ultradecennale della valutazione delle performance è fallito: nei fatti si è semplicemente ridotto in un sistema parassitario legato a consulenze, corsi di formazione, costosi supporti informatici, scelte discrezionali della dirigenza.
Un sistema assolutamente farraginoso e anacronistico che nulla apporta in termini di miglioramento nell’efficienza dei pubblici servizi ma, al contrario, appesantisce i processi di lavoro di adempimenti burocratici a scapito dell’efficienza e dell’economicità tanto perseguite a parole.
Un sistema inutile, ideato e mantenuto da chi non conosce le reali condizioni di lavoro in cui si opera: negli enti pubblici si annaspa per mantenere i servizi aperti, con gravi carenze di personale e di giovani!
Alla Pubblica Amministrazione servono assunzioni di personale e aumenti salariali certi!
Chiediamo il ripristino degli scatti biennali di anzianità e l'introduzione della 14^ mensilità.
Vogliamo il nostro TFR subito alla cessazione dal servizio, non dopo anni come avviene ora.

In questi giorni il Ministro della Pubblica Amministrazione, nell'annunciare le risorse stanziate nella legge di Bilancio per il rinnovo dei contratti pubblici, ha dichiarato di voler rivedere il sistema delle performance: bene, ora attendiamo il Ministro alla prova dei fatti !

Milano, 25 novembre 2019

CUB PUBBLICO IMPIEGO e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

seguici su FB https://www.facebook.com/CUB-Pubblico-Impiego

      CUB-PI-aboliamo-le-performance.pdf

 

FaceBook