con una lista tutta rappresentata da precarie del settore educativo scolastico....è un inizio importante.


Non solo: oltre agli enti dove la CUB in Veneto è già presente con propri RSU, per la prima volta si presentano liste CUB anche in Regione Veneto, all'Ulss di Vicenza, nelle Ipab, all'autorità di Bacino di Venezia, all'agenzia delle entrate di Verona e in tantissimi comuni delle provincie di Vicenza, Padova, Treviso e Verona.
Ora i lavoratori pubblici in Veneto hanno una possibilità in più: alle prossime elezioni RSU votate in modo massiccio le liste CUB !

Scuola dell'infanzia. Insegnanti precarie, arriva la rappresentanza

IL GAZZETTINO - Sabato, 31 marzo 2018

PADOVA - Una prima volta assoluta. È quella che vivranno le insegnanti precarie della Scuola dell'Infanzia il prossimo 17-19 aprile, quando parteciperà anche una loro lista alle elezioni per le Rsu (le rappresentanze sindacali interne) del Comune di Padova.

Le insegnanti, tutte precarie, saranno inserite nella lista Cub (Confederazione unitaria di base) e avranno il compito di rappresentare e garantire la partecipazione di chi, con contratti annuali, lavora da anni nella scuola, ma senza diritti. Una storia lunga, quella dell'apertura della candidatura alle insegnanti precarie, che è dovuta passare anche attraverso l'imbuto della giustizia, tra ricorsi e controricorsi. In un primo momento infatti la Commissione elettorale aveva respinto la richiesta delle insegnanti precarie, costrette così a ricorrere evidenziando come tutte le insegnanti delle istituzioni scolastiche ed educative, indipendentemente dall'ente di appartenenza e dal comparto di iscrizione, avessero il diritto a candidarsi.

Ragionamento che ha piegato la resistenza della Commissione, che nei giorni scorsi ha fatto retromarcia e ammesso le insegnanti precarie all'elettorato passivo. Tre le insegnanti a tempo determinato che saranno candidate: Daniela Saracino, Loredana Panico e Sascinka Gorgoinpour. Per la Cub di Padova e per le tre insegnanti si legge in un comunicato diffuso dalla confederazione unitaria di base si tratta di una piccola, grande, conquista, ottenuta con l'aiuto delle informazioni fornite dalle colleghe della Cub di Roma che già nel 2015 avevano affrontato, vincendolo, il problema. Il semaforo rosso alle candidature delle insegnanti precarie era frutto sottolinea il sindacato di un'interpretazione restrittiva della circolare che dava le credenziali per l'ammissione. Una lettura che pregiudicava il diritto degli insegnanti delle scuole d'Infanzia e degli asili nido.

Ora conclude la nota se verranno elette anche le maestre candidate potranno partecipare direttamente ai tavoli sindacali che decidono anche il loro destino e rappresentare così tutti coloro che non hanno voce o diritto.
(N.M.)

FaceBook