Migliaia di lavoratori precari garantiscono da anni il funzionamento della macchina statale: enti centrali e locali, sanità, scuola, vigili del fuoco, polizia locale.

Nonostante l’alta professionalità acquisita, da anni essi vivono nell’assoluta incertezza, esposti volutamente a ricatti e sottomissioni ai poteri politici, amministrativi e sindacali.
Per i cittadini l’accesso ai servizi pubblici diventa una tragedia:
- Vengono offerti servizi insufficienti per la cronica carenza di personale in attività delicate ed essenziali, che va risolta una volta per tutte eliminando il lavoro precario nella pubblica amministrazione.
- Li si obbliga a file chilometriche davanti agli Uffici pubblici, ad attese interminabili per visite ed analisi mediche, ad attese ingiustificabili per l’arrivo di un’ambulanza, a districarsi tra le miriadi di incombenze burocratiche senza personale sufficiente a dare informazioni.
- Manca personale nelle scuole, di ogni ordine e grado, sufficiente a garantire didattica e sostegno agli studenti!
- La loro stessa sicurezza è messa in discussione perché i vigili del fuoco hanno carenza di personale, nonostante ci siano precari addestrati e pronti al servizio e nella Polizia municipale si taglia personale e si blocca il turn over, mentre a chi resta si affidano maggiori responsabilità!
PER GARANTIRE DAVVERO I SERVIZI ESSENZIALI AI CITTADINI IL GOVERNO DEVE ASSUMERE PERSONALE E NON COMPRIMERE ULTERIORMENTE IL DIRITTO DI SCIOPERO!
Annunciano “concorsoni” per coprire i vuoti di organico dei prossimi anni: VERGOGNA! I lavoratori precari non devono dimostrare nulla, dopo anni di lavoro!
Il Governo deve stabilizzare i precari, assumere giovani, riportare l’età pensionabile a 60 anni di età o con 35 anni di contributi, abolire la legge Fornero. Gli spot elettorali non ci interessano!

SCIOPERO GENERALE! 27 OTTOBRE 2017
BASTA PRECARIATO
NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE!



Milano 29 settembre 2017

CUB Pubblico Impiego - Confederazione Unitaria di Base
Sede nazionale: Milano V.le Lombardia 20 - tel. 02/70631804 e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cub.it

Share this post
FaceBook