Il 27.6.2013 la regione Campania e l'INPS hanno stipulato un accordo per l'affidamento delle funzioni di controllo dei requisiti sanitari in materia d'invalidit civile, applicando il dl 98 del 6.7.2011, convertito in legge 111 15.67.2011, che all'articolo 18 comma 22 sancisce che per "la razionalizzazione e l'unificazione del procedimento relativo al riconoscimento dell'invalidit civile, della cecit civile, della sordit , dell'handicap e della disabilita', le regioni, anche in' deroga alla normativa vigente, possono affidare all'istituto nazionale della previdenza sociale, attraverso la stipula di specifiche convenzioni, le funzioni relative al controllo dei requisiti sanitari"

 

L'accordo e' prevedibilmente disastroso per questi motivi:

L'INPS, ente di controllo ed erogatore dei benefici economici, diventerebbe-il controllore di se' stesso!

Le "linee guida operative in invalidit civile" dell'INPS, applicando criteri diversi da quelli di legge e di usuale dottrina, escludono alcuni requisiti sanitari utili alle indennit di accompagnamento;

Il dl 98 2011 prevede il ricorso giudiziale a sentenza inappellabile, che vede il capitolo invalidit civile unico caso del nostro ordinamento senza la Possibilità dei vari gradi di giudizio.

La CUB di Pavia sull'argomento:

Critica aspramente il vergognoso accordo che hanno sancito la regione Campania e l'INPS, che nega agli invalidi il diritto ad un sistema di doppio giudizio ASL INPS;

Precisa che l'ASL e' l'ente con esperienza pluridecennale di giudizio delle condizioni psicofisiche d'invalidit civile, a differenza dell'INPS che poco o nulla attiene circa l'esperienza di giudizio delle condizioni invalidanti di minori ed ultra65enni;

Giudica necessario rivedere l'attribuzione all'INPS, e quindi a pensionati e lavoratori, l'onere di spesa degli invalidi civili, e che sarebbe utile tornare a distribuire sulla fiscalità generale l'onere di spesa degli invalidi;

Giudica che invece di usare politiche di restrizione dei benefici si applichino politiche ed iniziative che possano agevolare i diritti dei soggetti invalidi e con handicap;

La CUB di Pavia applicher ogni tipo di azione sindacale utile ad annullare iniziative come quelle dell'accordo suddetto, che provocher enormi danni sociali;

CUB Pavia monitorer l'andamento del cosiddetto esperimento campano, informando i cittadini circa i presumibili danni che il vergognoso accordo produrr a danno degli invalidi;

CUB Pavia è a disposizione per far fronte alle esigenze degli invalidi contro ogni tipo di lesione dei loro diritti.

FaceBook