IMS: La protesta si tinge di “rosa” - Nell’ultimo fine settimana la protesta all’IMS di Caronno Pertusella è proseguita con una “Notte di resistenza delle donne”.

 

 PRENDI IL COMUNICATO IN FORMATO .zip

 

IMS: La protesta si tinge di “rosa”.

Nell’ultimo fine settimana la protesta all’IMS di Caronno Pertusella è proseguita con una “Notte di resistenza delle donne”. Sabato scorso le lavoratrici hanno infatti deciso di utilizzare lo spazio del presidio per una notte al femminile e per confrontarsi con riflessioni sulle vicende che hanno portato a questa situazione e sul loro futuro unitamente ai colleghi uomini.

Nonostante il freddo e le lunghe giornate di attesa, le lavoratrici ribadiscono che andranno avanti nella protesta anche con le difficoltà dell’imminente stagione invernale, consapevoli che il loro ruolo è determinante e trainante nonostante il pensiero ai figli, alla famiglia e a un futuro comunque duro ma di cui non hanno alcuna intenzione ad abbandonare la difesa del loro posto di lavoro. Il presidio rimane un luogo ed un  momento di aggregazione che aiuta a mantenere viva la Possibilità à reale di non lasciarsi prendere dallo sconforto e ripiegarsi in solitudine.
Domenica 4/12 inoltre, come sta diventando ormai tradizione da più settimane, i lavoratori con le loro famiglie, si sono dati appuntamento a pranzo per condividere insieme momenti conviviali in attesa di novità sul fronte aziendale. Non è mancata nemmeno in questa occasione la solidarietà della cittadinanza e dei passanti che si fermano numerosi per chiedere il motivo della protesta.
Sabato, infine, è apparso sulla porta un fiocco rosa di benvenuto per l’arrivo di della figlia di un operaio IMS. Questa lieta notizia è un simbolo di speranza e coraggio per il futuro.

Il presidio continua e dopo 40 giorni (e notti!) i lavoratori gridano uniti:


“Continueremo la lotta!”

 

 

 

FaceBook